Processo ultrà, le richieste del pm: per il «Bocia» 6 anni e 4 mesi

Processo ultrà, le richieste del pm:
per il «Bocia» 6 anni e 4 mesi

Il pm Carmen Pugliese, a processo per associazione per delinquere contro sei ultrà, nell’udienza di martedì pomeriggio a Bergamo, ha avanzato le richieste di condanna.

Si tratta di sei anni e 4 mesi per Claudio Galimberti, detto «Bocia», 3 anni e 8 mesi per Andrea Piconese, GiIuliano Cotenni, Luca Valota, Davide Pasini e l’assoluzione per Andrea Quadri. Secondo l’accusa l’associazione per delinquere era sussistente.

Per le difese, invece, sarebbero stati commessi solo i reati fine, già giudicati in un altro processo: si tratta di episodi di resistenza, violenza e danneggiamento avvenuti tra il 2017 e il 2010, in particolar modo l’assalto alla Berghem Fest di Alzano e gli scontri di Atalanta-Catania e Atalanta-Inter.

Martedì gli avvocati di Galimberti, Andrea Pezzotta ed Enrico Pelillo, hanno invocato l’assoluzione per il loro assistito. La prossima udienza è stata fissata il 5 luglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA