Pronto soccorso preso d’assalto  Un lettore: odissea di otto ore d’attesa

Pronto soccorso preso d’assalto
Un lettore: odissea di otto ore d’attesa

Pronto soccorso dell’ospedale Papa Giovanni XXIII preso d’assalto durante il ponte tra 25 aprile e primo maggio. La direzione: usate la app «mangiacode».

Pronto soccorso preso d’assalto, ancora una volta, nei giorni di festa. Il 25 aprile il reparto emergenze del Papa Giovanni ha registrato numeri da record con quasi 300 pazienti gestiti in un solo giorno, con tempi di attesa fino a 8 ore per i codici verdi e 3 per i codici gialli. U na situazione che è destinata a protrarsi per tutto il ponte: nel pomeriggio di sabato 28 aprile un lettore ci ha inviato uno scatto del tabellone con i tempi di attesa al Pronto soccorso, un’odissea di quasi otto ore per un codice verde.

Ecco perché in vista del Primo maggio il direttore sanitario, Fabio Pezzoli, lancia un appello: «Usate l’applicazione regionale Salutile, rivolgetevi ai pronto soccorso meno affollati dove aspetterete meno tempo e il servizio sarà professionalmente ineccepibile come al Papa Giovanni».


Leggi come evitare le code acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 29 aprile 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA