Pubblicità sul Palazzo della Ragione  «Non c’era un posto alternativo?»
Le pubblicità sul palazzo della Ragione

Pubblicità sul Palazzo della Ragione
«Non c’era un posto alternativo?»

I totem, i cartelli, le bandiere, le luci e chi più ne ha più ne metta. Con una scenografia come Città Alta è fin troppo facile pubblicizzare eventi e manifestazioni perché nelle vie del centro storico passano migliaia di persone ogni fine settimane. Lo pensa un nostro lettore.

La promozione turistica di mostre ed eventi sembra aver preso l’occasione troppo sul serio. Piazza Vecchia, ad esempio, è disseminata di totem e cartelli, come segnala un nostro lettore.

«Cosa ne pensate dell’idea di appendere cartelloni pubblicitari (anche se “culturali” come in questo caso), per un periodo di tempo lunghissimo sulla parete di un edificio così bello ed importante? Non c’era un posto alternativo? - scrive -. E tutti i turisti e non, italiani e/o stranieri che passando per Città Alta, si sono portati a casa questa foto, pensate siano rimasti soddisfatti?….o forse sono io che immagino Bergamo sotto “luce” diversa?».

Voi cosa ne pensate?

© RIPRODUZIONE RISERVATA