Pugno a un infermiere del Papa Giovanni Gruppo di rom invade il pronto soccorso

Pugno a un infermiere del Papa Giovanni
Gruppo di rom invade il pronto soccorso

Momenti di tensione martedì sera al pronto soccorso dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Verso le 20.30 è entrato un gruppo di rom che accompagnava una bambina con un vistoso e profondo taglio al dito di una mano (l’aveva infilata in un ventilatore): la piccola, stando alle ricostruzioni effettuate in seguito dagli operatori sanitari, è stata immediatamente presa in carico per la visita e contestualmente messa in attesa per una radiografia. Ma gli accompagnatori della piccola, pretendendo che i medici che stavano seguendo altri pazienti smettessero immediatamente di fare quello che stavano facendo per seguire la piccola, hanno cominciato ad alzare la voce, mentre altri conoscenti rom arrivavano, alla spicciolata, all’interno del pronto soccorso. Nel parapiglia ci è andato di mezzo anche un infermiere che si è visto sferrare un pugno in pieno volto da uno dei rom che accompagnavano la bambina, che è stata poi medicata e curata.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 1 agosto 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA