Quali sono gli estivi di Bergamo?  Ecco il giro serale - Foto e video

Quali sono gli estivi di Bergamo?
Ecco il giro serale - Foto e video

C’è chi si conferma, chi è ancora in rodaggio e chi stupisce, ma in generale la prova può dirsi superata da tutti. Ecco il primo giorno di Estivi in giro per Bergamo.

Se al parco della Trucca le danze sono già partite da metà maggio, mentre per piazzale Alpini bisognerà ancora attendere un paio di settimane, in questi giorni ad aprire i battenti sono stati gli spalti di Città Alta e l’estivo del Parco Goisis.

Il nostro viaggio tra i «quattro cantoni» della movida bergamasca inizia nella prima serata alla Trucca, nell’originale spazio studiato con cura dal 30&Lode Cafè di via dei Caniana: oltre agli immancabili tappeti elastici per i più piccoli e un’area attrezzata per il parkour, a colpire è la zona di ristoro, costituita da diversi (e colorati) container aperti a cui si accede tramite una passerella colorata in stile Jackson Pollock. Al centro un palco sospeso (previste, durante l’estate, esibizioni di comici e cantanti), mentre per i più riflessivi c’è anche la possibilità di un massaggio (con tanto di campane tibetane) in uno spazio di meditazione.

Al parco Goisis

Al parco Goisis
(Foto by Yuri Colleoni)

Dalla Trucca il grand tour degli estivi prosegue in Città Alta, per assistere all’esordio di «Giro Mura», il doppio spazio gestito dalla Comunità delle Botteghe di Città Alta che vede protagonisti il parco di Sant’Agostino e lo spalto di San Michele. Da quelle parti iniziano i problemi di traffico, con le auto in divieto, anche se molti preferiscono salire a piedi, con i mezzi o su due ruote.

All’estivo di Sant’Agostino

All’estivo di Sant’Agostino
(Foto by Foto Colleoni)

Diminuisce l’età media, invece, dalle parti di San Michele: tavolini pieni per lo spazio circolare dedicato alla ristorazione di qualità, e che vede protagonisti nomi importanti del food bergamasco. Il format è quello dello scorso anno: un’unica cassa per l’acquisto di «gettoni» dal valore diverso, con i quali è poi possibile soddisfare il palato a 360 gradi scegliendo tra i vari stand. E per chi arriva già con la pancia piena, è possibile anche rilassarsi magari sorseggiando un cocktail in diverse zone relax nell’area verde.

Uscendo dalle Mura, c’è il parco Goisis, spazio che negli anni scorsi aveva entusiasmato poco ma che ora, almeno a giudicare dalle presenze delle prime sere, promette di essere la rivelazione della movida estiva. Il progetto firmato Tassino e Nutopia, all’insegna della musica e con prezzi leggermente più bassi rispetto a Città Alta, piace ai più giovani, con la zona che quest’anno pare destinata a essere la sorpresa dell’estate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA