Raffiche di vento caldo in provincia Temporali e grandine nella Bassa

Raffiche di vento caldo in provincia
Temporali e grandine nella Bassa

Piogge forti, vento e grandine nella Bassa. Dopo l’ondata di calore temporali in pianura. Le previsioni per le prossime ore.

Raffiche di vento e temporali hanno colpito nel pomeriggio di lunedì 1 luglio la Bassa pianura bergamasca. L’ondata di maltempo ha interessato per il momento solo marginalmente la città e le valli. Non si sono comunque registrati i danni lasciati dalla grandine delle settimane scorse per fortuna.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso una allerta meteo che prevede dal tardo pomeriggio di oggi piogge e temporali, localmente anche molto intensi e accompagnati da grandinate, fulmini e forti raffiche di vento, su Lombardia, Provincia autonoma di Bolzano e Veneto. Il Dipartimento ha anche valutato per la giornata di martedì 2 luglio un’allerta arancione per rischio temporali forti sulla provincia di Bolzano.

Si allenta dunque l’ondata di calore sull’Italia. Oggi, secondo il bollettino giornaliero del ministero della Salute, solo 3 i bollini rossi e hanno riguardato Bolzano, Brescia e Firenze. Domani i bollini rossi scendono a 2 (Firenze e Perugia) e mercoledì 3 luglio tornano a tre (Firenze, Perugia e Rieti).

Secondo i meteorologi del 3Bmeteo.com la canicola si smorza al Nord ma arriva qualche temporale anche di forte intensità.

«Nei prossimi giorni occasionali temporali al Nord, localmente intensi e accompagnati da grandine ma ancora caldo afoso; acuto dell’anticiclone africano al Centro-Sud. Dal 6-8 luglio novità con meno caldo e più temporali», riferisce Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com. «Infiltrazioni di aria più fresca atlantica interagiranno con l’aria molto calda e umida presente sulle regioni settentrionali, innescando qualche rovescio o temporale soprattutto su Alpi e Prealpi, ma con occasionale interessamento anche della Pianura Padana. I fenomeni temporaleschi saranno più probabili tra martedì e giovedì e, per quanto molto localizzati, potranno risultare anche intensi con possibilità di nubifragi, grandine talora di grosse dimensioni e improvvise forti raffiche di vento», illustra l’esperto. «Ancora tempo caldo e afoso ancora specialmente lungo il Po e sull’Emilia Romagna, oltre che su Liguria e coste adriatiche» aggiunge.

Al Centro-Sud il tempo si manterrà ben soleggiato con caldo in ulteriore intensificazione, specie sulle regioni meridionali che per ora non erano state investite dal grande caldo.

Nel medio-lungo termine «i modelli numerici intravedono un cambio delle condizioni meteo-climatiche dal 6-8 luglio, quando l’anticiclone africano potrebbe ritirarsi almeno in parte nei propri luoghi di provenienza. In questa fase le correnti più fresche Nord atlantiche favorirebbero più temporali e clima meno caldo in primis al Nord, ma progressivamente anche al Centro-Sud, specie adriatiche. Questa evoluzione resta comunque una ipotesi ancora in fase di analisi che necessiterà di ulteriori conferme», concludono da 3bmeteo.com.

Si può monitorare passo passo l’evoluzione locale delle celle alpine tramite il radar meteorologico (http://cml.to/radar).


© RIPRODUZIONE RISERVATA