Rapina in pieno centro nella notte Preso a pugni per un cellulare

Rapina in pieno centro nella notte
Preso a pugni per un cellulare

È successo a un giovane di 20 anni intorno a mezzanotte di giovedì 19 settembre: minacce e percosse da due ragazzi di 19 e 15 anni.

Un ventenne è stato aggredito e derubato del telefono cellulare in pieno centro a Bergamo, nei pressi del teatro Donizetti in via Tasso, nella notte tra giovedì 19 e venerdì 20 settembre. La rapina è avvenuta intorno a mezzanotte e mezza: la vittima, un giovane di 20 anni, è stato avvicinato da due ragazzi che non conosceva e che gli hanno chiesto in prestito il cellulare. Lui in un primo momento si è rifiutato: i due lo hanno inseguito e il ventenne gli ha consegnato il suo Huawei P8. Il malvivente ha simulato una telefonata e intanto si è allontanato: a quel punto il giovane ha intimato di restituirgli l’apparecchio e per tutta risposta è stato prima ingiuriato e poi colpito con un pugno.

Il ventenne, seppur ferito, è riuscito a inseguire i due malviventi raggiungendoli in via Camozzi: qui è stato strattonato e minacciato con un coltello. A quel punto il giovane è entrato in un bar e ha chiesto aiuto. Gli agenti delle Volanti, grazie alla denuncia, hanno così rintracciato in poco tempo i due giovani, un 19 enne del Senegal e un ragazzo italiano di 15 anni che si erano rifugiati in stazione. Il 19enne è stato portato in carcere e il minorenne in una comunità a disposizione dell’autorità giudiziaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA