Revocato lo sciopero, nel week end si vola Confermati i disagi su treni e autostrade

Revocato lo sciopero, nel week end si vola
Confermati i disagi su treni e autostrade

Scongiurato il rischio caos per chi viaggia in aereo nella giornata sabato 21 luglio. Sono stati infatti revocati gli scioperi di 24 ore dei controllori di volo dell’Enav proclamati da diverse sigle sindacali.

La trattativa tra le parti, condotta con la mediazione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, si è conclusa infatti con una fumata bianca: la firma dell’accordo per il rinnovo di una parte contratto del personale Enav, scaduto a fine 2016.

È da mesi che i sindacati protestano per il mancato rinnovo, con scioperi a cadenza mensile. La riunione al Ministero dei trasporti si è conclusa positivamente: è stato raggiunto l’accordo per il rinnovo della parte economica del contratto (con aumenti medi sia sulle voci fisse sia su quelle variabili della retribuzione) e lo stop previsto per sabato è stato revocato. Un risultato raggiunto «grazie alla mediazione determinante del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti», sottolinea lo stesso dicastero, che evidenzia come il proprio intervento abbia permesso di far «salire a 80 unità il numero di assunzioni nei servizi di navigazione aerea di Enav per il biennio 2018-2019». Grande soddisfazione dell’a.d. della società Roberta Neri, che parla di «segnale importante» per i lavoratori e riconosce un merito anche al senso di responsabilità dei sindacati. I rappresentanti dei lavoratori, da parte loro, auspicano che questo risultato faccia da apripista per la definizione della parte normativa e il rinnovo del contratto collettivo nazionale del trasporto aereo, la cui trattativa si aprirà la prossima settimana.

La giornata di sabato 21 resta comunque una giornata di possibili disagi per chi viaggia in aereo: incroceranno infatti le braccia per 24 ore il personale navigante della compagnia Blue Panorama e gli assistenti di volo di Vueling. Possibili difficoltà nel week end anche per chi si muove in treno per lo sciopero di 24 ore di Cub trasporti e Cat (dalle 21 di sabato alle 21 di domenica) che interesserà Fs, Ntv e Trenord. Sempre sul fronte ferroviario venerdì 20 sciopereranno gli addetti dei servizi di pulizie, ristorazione e accompagnamento notte.

Domenica inizierà poi lo stop di due giorni sulla rete di Autostrade per l’Italia: lo sciopero, proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl, scatterà dalle 10 alle 14 e dalle 18 alle 22 di domenica 22 e dalle 22 di domenica alle 2 di lunedì 23.

© RIPRODUZIONE RISERVATA