Riapre l’ospedale alla Fiera di Bergamo Vaccinazioni si spostano in Borgo Palazzo
Un volontario alla Fiera di Bergamo

Riapre l’ospedale alla Fiera di Bergamo
Vaccinazioni si spostano in Borgo Palazzo

Con la risalita dei casi Covid in Lombardia riapre il presidio medico avanzato alla Fiera di Bergamo.

Con la risalita dei casi di Covid in Lombardia, come preannunciato la scorsa settimana dal presidente della Regione Lombardia, si rende necessario riattivare gli ospedali da campo alla Fiera di Milano e di Bergamo. I volontari sono già all’opera per rivedere gli spazi in vista di una possibile riapertura in programma dalla prossima settimana.

E l’Asst Papa Giovanni XXIII fa sapere che da lunedì 2 novembre, le vaccinazioni tornano ad essere eseguite al Presst di via Borgo Palazzo. «La modifica si rende necessaria per fare spazio ai moduli di terapia intensiva per i pazienti affetti da Covid-19, in corso di organizzazione al presidio medico avanzato alla Fiera di Bergamo, in attuazione del piano di Regione Lombardia per la gestione dell’emergenza sanitaria» fa sapere l’azienda ospedaliera in una nota.

Resteranno al presidio della Fiera in Via Lunga solo le vaccinazioni legate alla stagione influenzale (antinfluenzali e antipneumococco) per le categorie a rischio. Saranno effettuate da mercoledì 4 novembre, con un percorso dedicato e separato rispetto all’area di degenza per i pazienti Covid.

Si ricorda che per la eventuale modifica degli appuntamenti per le vaccinazioni dell’infanzia o in copagamento è necessario telefonare al numero 035.2676524 il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 13.30 alle 15.30. Sono escluse le modifiche per le vaccinazioni antinfluenzali, per cui è invece necessario comunicare eventuali disdette secondo le istruzioni riportate nella mail di conferma dell’appuntamento generate dal sistema di prenotazione disponibile sul sito www.asst-pg23.it .


© RIPRODUZIONE RISERVATA