Controesodo, traffico sotto controllo In  Piemonte code da «outlet»

Controesodo, traffico sotto controllo
In Piemonte code da «outlet»

Era considerata una giornata da bollino nero per il traffico e alla fine della giornata il bilancio è stato tutto sommato positivo. Code e rallentamenti ma nessun incidente e la situazione è migliorata e già verso le 20.30 tutto era tornato nella norma.

20.00: Val Brembana ora la circolazione è scorrevole. Così anche in Val Seriana. Qualche problema in più sul lago d’Endine ma si tratta solo di code sporadiche.

Situazione migliore anche in autostrada da Bergamo Verso Milano, restano le code per traffico intenso tra Verona e Brescia.

19.30: Situazione che va migliorando in Val Brembana. Aumenta d'intensità invece il traffico in autostrada verso Milano. Ma in complesso situazione non così complicata. restano le code sul lago d’Endine e in decremento quelle sul lago d’Iseo.

In piemonte 8 Km di coda da « outlet» lungo l’autostrada Milano - Torino: si sono formate code (8 chilometr) tra Biandrate e Vicolungo, in provincia di Novara. Il tratto interessato è nelle vicinanze di un outlet a Vicolungo.

18.45: Nella provincia non si segnalano situazioni particolari ne incidenti ma il traffico è in intensificazione un po' ovunque. Val Brembana, coda continua in discesa da San Pellegrino fino a Valtesse e fino a Curno sulla Villa d’Almè-Dalmine.

Traffico anche se meno intenso sulla provinciale della Valle Seriana . Resta la coda tra Endine e Casazza e sulla sponda bresciana del lago d’Iseo.
Traffico intenso e code a tratti anche in A4 sia da Brescia verso Bergamo, sia da Bergamo verso Milano.

La coda lungo la A10 in Liguria è salita a 36 chilometri, sempre in direzione di Genova, fino a Varazze. Situazione alle frontiere: è sempre chiusa l’autostrada verso il traforo del Monte Bianco all’altezza di Courmayeur sud, ci sono 4 chilometri in uscita a Chiasso e poco meno di 6 tra Bressanone e Vipiteno al Brennero. Sul versante adriatico, traffico intenso attorno a Bologna . Flussi in aumento anche attorno a Milano: incolonnamenti sono segnalati lungo la A4 tra Rovato e Trezzo d’Adda e sulla A26 tra Arona e Gallarate.

17.45: nella bergamasca sono segnalate situazioni difficili sulla provinciale dalla Val Brembana con code a tratti da San Pellegrino fino alle porte di Bergamo.
Code a tratti anche in Val Seriana a partire da Clusone, in particolare verso Parre, Vertova, Cene e Alzano.
Code anche sulla ex statale 42, tra Endine e Casazza.
Traffico difficoltoso anche sul lago d’Iseo a Sarnico ma in particolare sulla sponda bresciana.
Difficoltà anche sul lago di Garda e traffico intenso che comincia anche sull’A4 tra Verona e Brescia e anche tra Palazzolo e Bergamo. Traffico in peggioramento anche tra Bergamo e Milano.

17.00: Non ci sono ancora situazioni particolarmente difficili nella nostra provincia anche se cominciano a formarsi code e rallentamenti di rientro dalla Valli Brembana e Seraiana e in misura minore dai laghi Iseo e Garda. Situazione peggiore sul resto della rete viaria italiana tanto che la situazione lungo le strade della Liguria è in continuo peggioramento: la coda lungo l’autostrada A10 ha raggiunto i 32 chilometri di coda a partire da Albenga e fino all’innesto della A6 all’altezza di Savona, in direzione di Genova

Il grande afflusso verso il portale del Monte Bianco ha costretto alla chiusura del tratto della A5 a partire dallo svincolo di Courmayeur sud. Code si stanno formando anche a Parma (ora sono di 4 chilometri) a partire dall’innesto tra la La spazia - Parma e la A1 in direzione di Milano

Nove chilometri di coda vengono segnalati alla dogana di Como/Chiasso lungo la A9 in direzione della Svizzera. Secondo quanto comunicato dalla società Autostrade per l’Italia i rallentamenti sono dovuti a controlli di frontiera effettuati dalla polizia elvetica sui veicoli in arrivo dall’Italia. Agli automobilisti diretti in Svizzera vengono consigliati percorsi alternativi lungo la A8 e l’attraversamento della frontiera al valico di Gaggiolo (Varese). Sulle altre frontiere, 15 minuti di attesa sono segnalati all’ingresso del tunnel del Monte Bianco verso la Francia mentre il traffico è rallentato anche in direzione del Brennero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA