Rivoluzione Poste, cambia tutto Consegne pacchi la sera e nei week-end

Rivoluzione Poste, cambia tutto
Consegne pacchi la sera e nei week-end

La sfida dell’e-commerce ha spinto l’azienda a cambiare radicalmente l’organizzazione del lavoro.

Poste Italiane schiera l’esercito dei 30mila portalettere per la sfida dell’e-commerce. «Cambia tutto»: consegneranno anche i pacchi, tutti i giorni e fino a sera, anche sabato e domenica. Ed arrivano anche i ritiri da armadietti «fai da tè» in supermercati e centri commerciali, o al negozio sotto casa (a Bergamo sono già tante le realtà che effettuano questo servizio). Un piano sartoriale per rispondere alle diverse esigenze sul territorio in Italia, e nelle città anche quartiere per quartiere. Il progetto di Poste è partito in sordina da meno di un mese.

Nuovi dettagli sono emersi, questa settimana, dalla presentazione dei conti trimestrali dell’azienda. Nei primi tre mesi dell’anno le consegne di pacchi da parte della rete dei portalettere sono state il 50% in più rispetto allo stesso periodo del 2017. Dopo una crescita esplosiva (4/5 milioni di pacchi consegnati nel 2015; 15 milioni nel 2016; 35 milioni nel 2017). Ora Poste, con il piano varato dall’A.d Matteo Del Fante, punta a 50 milioni di pacchi consegnati nel 2018 per crescere a quota 100 milioni nel 2022.


© RIPRODUZIONE RISERVATA