Saldi invernali: martedì via agli sconti L’assessore: «Attenzione alle regole»

Saldi invernali: martedì via agli sconti
L’assessore: «Attenzione alle regole»

Manca poco all’inizio ufficiale dei saldi. «I commercianti hanno l’obbligo di esporre, accanto al prodotto, il prezzo iniziale e la percentuale dello sconto o del ribasso applicato».

Lo ricorda detto Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, alla vigilia dei saldi invernali, che prenderanno il via martedì 5 gennaio.

«I primi segnali di ripresa e il pur timido incremento delle vendite registrato nel settore del commercio in questi ultimi mesi - dice Parolini - fanno sperare in un buon inizio dei saldi invernali. Già nel periodo natalizio si è visto un cambio di tendenza positivo, rispetto all’anno scorso, che sta gradualmente ridando fiducia a esercenti e consumatori e che credo si possa consolidare con un proficuo epilogo nei saldi di stagione».

L’assessore Parolini, in qualità anche di presidente della Commissione regionale per la Tutela dei consumatori, ha inoltre rimarcato che «i saldi devono essere una sana opportunità per il rilancio della domanda, in un positivo rapporto tra esercente e acquirente, che deve essere improntato al rispetto del quadro normativo attualmente in vigore».

Tornando alle regole ha ricordato che invece è facoltativa l’indicazione del prezzo di vendita conseguente allo sconto o ribasso; i prodotti in saldo devono essere separati da quelli eventualmente posti in vendita a prezzo normale e, se ciò non è possibile, cartelli o altri mezzi devono fornire al consumatore informazioni inequivocabili e non ingannevoli.

Se il prodotto risulta difettoso, il consumatore può richiederne la sostituzione o il rimborso del prezzo pagato dietro presentazione dello scontrino, che occorre quindi conservare.

Tutte le normative sono pubblicate e consultabili sul portale di Regione Lombardia nella sezione dedicata al Commercio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA