#salviamoElisa: lʼappello on line  «Serve un donatore di midollo»

#salviamoElisa: lʼappello on line
«Serve un donatore di midollo»

Elisa ha tre anni e 50 giorni di tempo per trovare un donatore di midollo osseocompatibile per sconfiggere la leucemia infantile, di cui soffre da circa un anno.

Fino ad ora la ricerca nel database delle 30 milioni di persone catalogate nel mondo è stata vana: a dare però supporto e slancio a questa corsa contro il tempo è stato un appello lanciato on line che ha visto coinvolti personaggi del calibro di Fiorello e Anastacia.

Ma non solo, a rilanciare l’invito a sottoporsi alla tipizzazione, un semplice esame del sangue che permette di ricavare il proprio profilo, ed entrare nel registro dei donatori di midollo osseo, anche Umberto Tozzi, Fausto Leali, l’attore e conduttore Paolo Ruffini, il cantante Paolo Conte e il calciatore del Sassuolo Francesco Acerbi.

Originari di Pordenone, Elisa e la sua famiglia si sono trasferiti a Roma per poter seguire le cure al Bambin Gesù. La piccola sta per iniziare il quinto ciclo di chemioterapia sperimentale, probabilmente, stando ai protocolli seguiti dai medici che hanno in cura la bambina, l’ultimo possibile. Ragion per cui la necessità di trovare un donatore compatibile si fa sempre più stringente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA