Scampati all’incidente nei Caraibi Gaia e Saverio rientrati a casa - Video
Gaia Moretti al suo arrivo a Bergamo (Foto by Colleoni)

Scampati all’incidente nei Caraibi
Gaia e Saverio rientrati a casa - Video

Gaia Moretti e Saverio Macrì, i due bergamaschi sopravvissuti al tremendo incidente stradale sull’isola Dominica dei Caraibi, sono atterrati domenica 31 gennaio attorno alle 9.30 all’aeroporto di Malpensa. «Un rientro estenuante, grazie a tutti».

Caricati su un’ambulanza della Europe Assistance, dopo meno di un’ora sono giunti all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Sui volti dei giovani, la sofferenza per le ferite e la fatica del lungo viaggio. «È stato un ritorno estenuante – dice Gaia -. Voglio ringraziare Msc Crociere per l’assistenza continua. Dall’Italia è giunta una psicologa che è stata con noi per tutto il viaggio. Dall’ospedale di Roseau, la capitale della Dominica, siamo stati trasferiti sulla nave che ha attraccato in Martinica, quindi siamo partiti dall’aeroporto di Fort de France – dove peraltro abbiamo dovuto faticare per avere una barella - e infine l’arrivo a Malpensa».

Il pulmino distrutto nell’incidente: sette i feriti, morto un bimbo di 16 mesi

Il pulmino distrutto nell’incidente: sette i feriti, morto un bimbo di 16 mesi

A Bergamo, i due bergamaschi sono stati sottoposti a una serie di controlli medici e a Tac. Saverio ha riportato la frattura a un polso e lesioni allo scafoide, oltre a numerose escoriazioni e sarà sottoposto a intervento chirurgico in una diversa struttura ospedaliera. Gaia presenta segni di forti contusioni al viso, al collo e in varie parti del corpo.

Gaia e Saverio due dei sette passeggeri feriti, alcuni in modo grave (mentre un bambino di 16 mesi purtroppo è morto) in un drammatico incidente accaduto il 28 gennaio sull’isola caraibica durante un’escursione. Mentre stavano salendo verso le cascate, il guidatore ha perso il controllo del mezzo che è finito in una scarpata ribaltandosi varie volte per un centinaio di metri. Ai soccorritori si è presentata una scena agghiacciante.

1023390

Alcuni passeggeri erano riusciti a balzare fuori dall’abitacolo, ma gli altri erano rimasti intrappolati fra le lamiere. Sul posto sono giunte immediatamente alcune ambulanze e i feriti sono stati portati nella più vicina e attrezzata struttura ospedaliera, il Princess Margaret della capitale Roseau, dove sono stati raggiunti dal personale della Msc, che li ha assistiti. La vacanza dei due bergamaschi era iniziata sabato scorso. Lei, fisico in servizio all’Unità di Fisica Sanitaria dell’Ospedale Papa Giovanni, lui avvocato (figlio del noto dentista Giovanni) avevano deciso di trascorrere alcuni giorni in crociera ai Caraibi.

1023407

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 1° febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA