Scarica d’acqua nella notte in pianura E i temporali non sono ancora finiti
Temporali sul l’Altopiano di Selvino Aviatico. Foto di Andrea Carrara,

Scarica d’acqua nella notte in pianura
E i temporali non sono ancora finiti

Una serie di temporali hanno raggiunto la fascia pedemontana e la pianura, scaricando fino a 90 millimetri di pioggia con intensità che, in alcuni casi, ha raggiunto 200 mm/h (per fortuna solo per brevi momenti).

L’estate sembra non decollare e il maltempo continuerà anche mercoledì 17 giugno sulla provincia, bersagliata più volte in questo inizio di giugno. Nella notte appena trascorsa, tra l’altro, una serie di temporali hanno raggiunto la fascia pedemontana e la pianura, scaricando fino a 90 millimetri di pioggia con intensità che, in alcuni casi, ha raggiunto 200 mm/h (per fortuna solo per brevi momenti). Perchè il tempo riserva questi eventi intensi? La risposta va ricercata nella presenza di un’intensa bassa pressione presente sulla Francia settentrionale che, da giorni stazionaria, pilota in continuazione veloci correnti perturbate; non solo, l’aria più fresca presente in quota, non fa altro che amplificare l’instabilità atmosferica, creando i presupposti per la formazione di intensi e improvvisi temporali. Questa situazione ci accompagnerà pure oggi, anche se è previsto un miglioramento per sera. Come evolverà il tempo nei prossimi giorni? Da giovedì 18 giugno migliorerà lentamente, specie in pianura dove tornerà anche il sole, mentre in montagna saranno possibili nuovi temporali o veloci rovesci pomeridiani. Da domenica e per i successivi tre giorni, tempo più stabile e soleggiato grazie a un promontorio (alta pressione), in espansione dal vicino atlantico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA