Scuole, il 60% è senza agibilità Segnalateci le criticità dei vostri istituti

Scuole, il 60% è senza agibilità
Segnalateci le criticità dei vostri istituti

Su 690 immobili in Bergamasca, il certificato manca in 402. Ma il problema è legato all’età di costruzione: «La legge non lo prevedeva».

Nessun certificato di agibilità, nessun collaudo statico. Capita in centinaia di scuole bergamasche. E la ragione è molto semplice: gli edifici che le ospitano sono talmente vecchi che, al tempo della loro realizzazione, questi documenti non esistevano nemmeno nel panorama legislativo italiano o in altri casi erano talmente datati da essere andati persi.

Così di anno in anno, gli stessi edifici possono essere utilizzati dagli studenti solo grazie a una delega ministeriale. Capita, dicevamo, anche nella nostra provincia e i dati del sistema nazionale di Edilizia scolastica - grazie anche alla nuova modalità di visualizzazione lanciata nei giorni scorsi dal Ministero dell’Istruzione - lo confermano in maniera netta.

Si scopre così che su 690 edifici pubblici statali, solo 280 sono stati realizzati dal 1976 in poi, mentre cinque risalgono addirittura all’Ottocento. Sul totale delle strutture 402 non hanno certificato di agibilità, mentre a 169 manca il certificato di collaudo statico. Sono 392 le scuole che, attualmente, non dispongono del certificato di prevenzione incendi (Cpi), mentre il certificato di valutazione rischi manca in 79 edifici e il piano di emergenza è assente in 57. Su 690 scuole, 669 non sono state realizzate secondo le norme antisismiche.

Segnalaci le criticità della tua scuola.


Leggi di più acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 23 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA