Selini: «Muriel un colpaccio» Favini, gran maestro di vita

Selini: «Muriel un colpaccio»
Favini, gran maestro di vita

Roberto Selini, da tempo consigliere dell’Atalanta e vice presidente degli “Amici”, parla di mercato e ricorda una grande figura della società nerazzurra.

«È il giocatore ad hoc per l’Atalanta formato Champions. Con l’eccezionale qualità dei piedi che possiede può giocare da attaccante in ogni posizione. Lo ricordo bene da avversario. E chi dice che ha avuto poca continuità di rendimento rispondo che ci penserà mister Gasperini a metterlo nella condizione migliore per trovare costanza».

Selini non parla solo di Muriel: «L’aver confermato i pezzi da novanta Gomez, Ilicic e Zapata rappresenta la garanzia di un organico che anche nella prossima rassegna europea saprà comportarsi con dignità. Valore aggiunto è sicuramente la conferma del Gasp, con lui da squadra-salvezza ci siamo trasformati in compagine di livello europeo».

Parlando con Selini, ricordare Mino Favini è inevitabile «Sì, ho trascorso moltissimi anni al suo fianco avendo la delega sul settore giovanile, l’ho sempre considerato maestro non solo di talenti ma anche di vita. Al primo impatto con un giovane nuovo che arrivava a Zingonia, cercava di capire il carattere e la persona ancora prima di passare ai test sul campo. A dimostrazione del fatto che privilegiasse la crescita e la formazione dell’uomo a quella del calciatore».


© RIPRODUZIONE RISERVATA