Si avvicina l’esame di maturità Come studiare? Il metodo dei 5 sensi

Si avvicina l’esame di maturità
Come studiare? Il metodo dei 5 sensi

Maturità 2016, l’esame si avvicina giorno dopo giorno tra lezioni, esercitazioni e ripetizioni. Da un libro (e dal web) una guida per arrivare pronti.

Dal portale Skuola.net , uno dei principali punti di riferimento online per gli studenti, arriva una piccola guida per prepararsi alla maturità 2016. Organizzarsi e creare gli stimoli giusti intorno, infatti, può rivelarsi utile per studiare in modo più efficace. Il metodo proposto è quello dei 5 sensi, spiegato da Matteo Salvo nel suo libro «Studiare è un gioco da ragazzi». Ecco i cinque suggerimenti da seguire, in sintesi.

VISTA
Studiare in una stanza ordinata e ben illuminata, magari con una lampada che faccia una luce piacevole non affatichi la vista.

TATTO
Nella stanza tutto deve essere facilmente raggiungibile e comodo: sedia, pc, libri. Anche l’abbigliamento non va trascurato.

GUSTO
Mangiucchiare mentre si è seduti a studiare non è una buona idea, ma si può associare un certo gusto al concetto di apprendimento. Per esempio, si possono utilizzare tisane ai propri gusti preferiti.

OLFATTO
Come per il gusto, si può sceglierne un odore piacevole da diffondere nella stanza per creare un «rituale» attraverso l’ambiente che mandi messaggi produttivi ai cinque sensi.

UDITO
Una musica di sottofondo, leggera, può essere utile a creare un’atmosfera particolare durante lo studio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA