Si sente male all’Accademia Carrara Muore direttore d’orchestra Jeffrey Tate

Si sente male all’Accademia Carrara
Muore direttore d’orchestra Jeffrey Tate

Malore all’Accademia Carrara di Bergamo nel primo pomeriggio di venerdì 2 giugno. Si sente male e muore il direttore d’orchestra di 74 anni Jeffrey Tate.

Si è sentito male verso le 14.10 all’interno dell’Accademia Carrara, inutili tutti i tentativi di rianimarlo, si tratta di Jeffrey Tate, direttore d’orchestra 74enne molto noto nell’ambito della musica classica. Nato il 28 aprile 1943 era stato insignito del titolo di Sir. Affetto dalla nascita di spina bifida e cifosi, aveva studiato pianoforte e composizione nel prestigioso Trinity College di Cambridge e aveva intrapreso anche gli studi universitari in medicina. Una volta laureato in medicina decise di svolgere la professione medica, continuare a coltivare la sua autentica passione, la direzione d’orchestra, che ben presto divenne la sua occupazione principale.

Tate aveva appena tenuto due concerti a Bolzano e Trento. Sul motivo della sua sosta a Bergamo ancora non si hanno informazioni certe. Sembra comunque che Tate sia arrivato nella città lombarda subito dopo le due serate del 31 maggio a Trento e del 30 a Bolzano, per i concerti conclusivi della season sinfonica Haydn. Era apparso affaticato, ma con generosità aveva diretto, oltre all’orchestra, anche due gruppi di allievi dei conservatori delle rispettive città. Due concerti di grande successo con l’esecuzione della Nona Sinfonia di Gustav Mahler.

All’inizio di maggio, poco dopo il suo 74/o compleanno (28 aprile) aveva tenuto due concerti a Venezia, Teatro La Fenice, che nell’aprila dello scorso anno gli aveva consegnato il Premio Una vita nella musica 2016.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 3 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA