«Sono Noemi, vi posso ringraziare?» Ecco l’audio che sta commuovendo il web
Un controllo della polizia in via Camozzi a Bergamo (Foto by Yuri Colleoni)

«Sono Noemi, vi posso ringraziare?»
Ecco l’audio che sta commuovendo il web

«Sono Noemi, una bambina, e vi vorrei ringraziare con la lettera. Posso leggerla?» Inizia così un audio che sta intenerendo il web.

La telefonata è arrivata sabato 21 marzo al centralino della questura di Viterbo. L’operatore ha invitato la bambina a leggere la sua lettera che è stata successivamente diffusa. Eccola: «Cari poliziotti, vi volevo dire che il vostro è un bellissimo e rischioso lavoro e vi state dando molto da fare soprattutto con questa emergenza del coronavirus. State passando di strada in strada a dire a tutti i cittadini di rimanere in casa anche se purtroppo alcune persone non rispettano le regole. Continuate a essere meravigliosi. «Un grande grazie - conclude - ai medici che anche loro stanno facendo un faticoso lavoro per cercare di salvare tante persone malate. Un grazie a tutti voi da Noemi. Vi voglio bene». Ascolta qui l’audio integrale di Noemi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA