Spostamento del mercato a Santa Lucia Opposizione: «Residenti non interpellati»

Spostamento del mercato a Santa Lucia
Opposizione: «Residenti non interpellati»

Il Coordinatore di Forza Italia e Consigliere comunale a Bergamo, Stefano Benigni e il Capogruppo in Consiglio comunale della Lega Nord, Alberto Ribolla intervengono sull’ipotesi di trasferire il mercato della Malpensata nel quartiere Santa Lucia.

«Il Sindaco Gori evidentemente non ha perso il piglio da amministratore di azienda privata e – come lui – anche la sua Giunta sta prendendo questo vizio - dichiarano il Coordinatore di Forza Italia e Consigliere comunale a Bergamo, Stefano Benigni e il Capogruppo in Consiglio comunale della Lega Nord, Alberto Ribolla -. In merito all’ipotesi di trasferire il mercato della Malpensata nel quartiere Santa Lucia infatti, non sono stati interpellati né i residenti né soprattutto i rappresentanti dei commercianti. Un modus operandi discutibile diventato ormai un’abitudine di questa Giunta».

«Ci chiediamo – continuano i due consiglieri – come si possa individuare un’area senza prima consultarsi con i rappresentanti degli ambulanti, che invece sono venuti a conoscenza delle intenzioni dell’amministrazione solo tramite i giornali. Già tempo fa avevamo segnalato l’assoluta mancanza di confronto del Sindaco, in primis con il Consiglio comunale, in episodi come la Montelungo o Piazzale della Stazione. Scavalcare addirittura le associazioni di categoria, in questo caso quella dei commercianti, è davvero troppo».

«Capiamo quindi le comprensibili lamentele degli abitanti del quartiere Santa Lucia, tenuti all’oscuro di tutto, così come il disagio degli ambulanti e delle associazioni che li rappresentano, che oltre a non avere ricevuto alcuna comunicazione circa le intenzioni della Giunta, stanno sollevando preoccupazioni legate all’organizzazione delle piazzole. Auspichiamo, per il futuro, una maggiore trasparenza e condivisione da parte dell’amministrazione Gori, affinchè il famoso motto delComune trasparente come una casa di vetro non resti un mero slogan elettorale» concludono Benigni e Ribolla.


© RIPRODUZIONE RISERVATA