Strade di montagna, c’è il ticket Incassi per migliore i percorsi. Scopri quali
Il ticket sulla strada Pizzino-Capofoppa

Strade di montagna, c’è il ticket
Incassi per migliore i percorsi. Scopri quali

Le strade di montagna con pedaggio, introdotte da circa sei anni, sembrano funzionare e portare benefici alle casse comunali. Che reinvestono quanto ricavato dai pedaggi nella manutenzione delle stesse strade.

Da circa una settimana ha riaperto al traffico la strada comunale Plassa di Oltre il Colle-Arera, fino al parcheggio a quota 1.600 metri: dal 2013 si paga quattro euro (con parchimetro o gratta e sosta da acquistare nei negozi).

Riaperta ormai da alcune settimane anche la strada comunale da Pizzino a Capofoppa di Taleggio (da qui parte il sentiero per il rifugio Gherardi e gli altri rifugi ai piani di Artavaggio, nel Lecchese). Il ticket giornaliero, introdotto la scorsa estate, è di due euro. E in circa sei mesi sono stati incassati 13 mila euro. «Verranno utilizzati per l’asfaltatura della strada, che costerà intorno ai 30 mila euro», spiega il sindaco di Taleggio Alberto Mazzoleni.

Si dovrà, invece, attendere ancora tre settimane circa per poter riutilizzare la Roncobello-Mezzeno. Sono, infatti, in corso lavori di taglio piante a lato strada e c’è ancora neve dall’altezza della baita del Grumello fino al piazzale di arrivo.

Scopri quali sono le strade e i parcheggi a pagamento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 1° maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA