Tagliuno, tre raid in pochi giorni al cimitero «Lo stanno distruggendo, indisturbati»

Tagliuno, tre raid in pochi giorni al cimitero
«Lo stanno distruggendo, indisturbati»

A Tagliuno è il terzo raid in tre notti, via anche le lettere con i nomi dei defunti. Cittadini furiosi: è assurdo. Una donna: «Devo portami a casa le statue?»

«Stanno distruggendo il nostro cimitero». I cittadini di Tagliuno sono furiosi. Furiosi e sfiduciati. Nella notte fra mercoledì e giovedì 1° febbraio, altro pesante raid dei ladri al camposanto del capoluogo di Castelli Calepio, il terzo da domenica. Un vero record, e non c’è nulla da festeggiare.

Dopo aver agito comodamente indisturbati nelle due notti precedenti, i malviventi hanno pensato bene di tornare a fare visita al cimitero di via Bertoli anche l’altra notte, per continuare il lavoro portando via suppellettili, portavaso e statue di bronzo.

Leggi tutto l’articolo acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 2 febbraio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA