Teatro,  Carrara, Rocca e San Nicola Bergamo scommette sulla cultura

Teatro, Carrara, Rocca e San Nicola
Bergamo scommette sulla cultura

La pinacoteca rilancia con la nuova direttrice che vuole realizzare tre mostre all’anno. Il teatro cittadino si rifà il look. La Rocca di San Vigilio riapre e l’ex convento di San Nicola, ad Almenno San Salvatore, è nella top ten, secondo in Lombardia.

Bergamo scommette sulla cultura. L’Accademia Carrara riparte sotto la guida di Maria Cristina Rodeschini. La neodirettrice della pinacoteca ha presentato ieri il suo programma: da Raffaello a Baschenis. «Puntiamo – afferma – su eventi mirati e a tenere un certo ritmo e vivacità, ogni anno ci saranno tre appuntamenti dentro il museo». Intanto il nuovo cda della Fondazione Teatro Donizetti ha fissato i tempi per la ristrutturazione del teatro: in aprile il bando da 18 milioni, ad ottobre i lavori. Sono in dirittura d’arrivo anche i lavori di ristrutturazione della fortezza di Città Alta, chiusa da quasi due anni: la Rocca riaprirà al pubblico il 18 e 19 marzo, con un weekend di pièce teatrali, animazioni, canti risorgimentali, visite guidate. E proprio ieri il Fai ha reso noti i risultati dei voti per i nuovi luoghi del cuore: l’ex convento di San Nicola, ad Almenno San Salvatore, è nella top ten, secondo in Lombardia.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 25 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA