Teatro Nuovo, ancora tutto fermo Altro rinvio a Bergamo. Si attende marzo
L’edificio del teatro Nuovo, a Bergamo, in una foto d’archivio di Bedolis

Teatro Nuovo, ancora tutto fermo
Altro rinvio a Bergamo. Si attende marzo

Un altro rinvio per la trasformazione dell’edificio cittadino in un punto vendita «Sapori e dintorni» di Conad. La proprietà: «Iter complesso: pronti a partire a primavera».

Al momento dell’accordo l’obiettivo era «avviare i lavori entro il 2017 o comunque al più presto», ma rimettere mano al Teatro Nuovo di largo Belotti, a Bergamo, si sta rivelando un’impresa più complessa del previsto. Con uno spiraglio di apertura per quest’anno, in primavera. Lo storico teatro, inaugurato nel 1901 e chiuso ormai dal 2004, dovrebbe trasformarsi in un supermercato a marchio Conad. Strada facendo, però, non sono mancate le complicazioni e il progetto è ancora fermo al palo.

«Le pratiche urbanistiche si sono concluse e per la primavera contiamo di partire con i lavori» spiega la proprietà, con il Comune di Bergamo che sottolinea: «Per quel che ci riguarda i lavori possono già iniziare, e da tempo: non ci sono ostacoli. Con la variante 10 al Pgt abbiamo inserito un principio fondamentale: la possibilità di inserire medie strutture di vendita anche sopra i 400 metri quadri, cosa che prima non era possibile e impediva il riutilizzo del teatro».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo dell’11 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA