Teleferica di 600 metri sopra le Mura Rete parasassi a difesa della Greenway
Il cantiere all’ex Faunistico

Teleferica di 600 metri sopra le Mura
Rete parasassi a difesa della Greenway

Porterà fino a sei tonnellate di materiali per il cantiere all’ex Faunistico ed eviterà il passaggio di mezzi pesanti da Porta Sant’Agostino.

Sarà larga sei metri e lunga 600, protetta da una rete di 12 metri che raccoglierà eventuali cadute di materiale. Arriva una teleferica sopra le Mura che porterà su e giù da Città Alta il materiale del cantiere (fino a 6 tonnellate) per il parcheggio all’ex parco faunistico, fermo da 8 anni: avrà una base di partenza sotto la Rocca, sorvolerà le Mura Venete, alcuni terreni privati e la Green Way, per fermarsi a valle, in un’area a margine del Campo Utili. Sui tempi il Comune non si sbilancia («Il cantiere dovrebbe partire a breve» accenna l’assessore all’Ambiente Leyla Ciagà), anche perché i lavori per la teleferica (per un costo di 700 mila euro) sono a carico della Bergamo Parcheggi, società che realizzerà il silo alla Fara, intervento che dovrebbe partire a breve.

Intanto si è aperta la fase propedeutica al cantiere. Due platani sono stati abbattuti per far spazio alla teleferica ed è previsto l’abbattimento di altre piante che verranno poi sostituite. Non sono mancate le polemiche e nell’ultimo Consiglio comunale Luisa Pecce (Lega) ha chiesto alla Giunta «di informare i cittadini della traiettoria, per tempo». Sull’utilità della teleferica non ha dubbi l’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla. «Così eviteremo che 5 mila camion in un anno passino sotto Porta Sant’Agostino».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 6 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA