Temporali in arrivo su tutta la provincia Ecco le previsioni per il fine settimana

Temporali in arrivo su tutta la provincia
Ecco le previsioni per il fine settimana

Piogge «a macchia di leopardo» secondo i metereologi: le prime in arrivo già venerdì 20 luglio.

Estate che prosegue a «singhiozzo» al Nord dove giornate assolate e calde si alternano a improvvisi passaggi temporaleschi, anche intensi. «Capiterà anche questo weekend, quando l’ennesima perturbazione in arrivo dalla Francia porterà rovesci e temporali sparsi sulle regioni settentrionali» lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: «Già venerdì sera (20 luglio) e notte i primi forti temporali sono attesi su Alpi, Prealpi, Piemonte, e in generale sull’alta Valpadana, ma a seguire il fine settimana vedrà fenomeni ancora localmente intensi, con rischio per nubifragi e qualche grandinata. Attenzione: non pioverà 24 ore su 24, ma i fenomeni saranno distribuiti a macchia di leopardo, e per tale motivo non mancheranno anche delle schiarite più soleggiate, in particolare su coste e pianure. Teniamo inoltre a precisare che i temporali colpiscono in modo localizzato, dunque alcune aree potranno essere interessate da accumuli di pioggia molto elevati, e altre limitrofe rimanere a secco o quasi».

«Nel frattempo il Centrosud sarà ancora protetto dall’anticiclone afro-mediterraneo per un weekend sostanzialmente soleggiato ( o parzialmente nuvoloso ) ma soprattutto molto caldo – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com –. Al Sud è atteso il caldo più intenso con punte di 36-38°C sulle aree interne di Puglia, Basilicata, Calabria, Campania, fino a 40°C sulle zone interne della Sicilia e della Sardegna. Punte di oltre 33-34°C sono altresì attese al Centro. Proprio sulle regioni centrali tuttavia l’anticiclone mostrerà primi segnali di cedimento, con qualche temporale non escluso su alta Toscana e Appennino, in attesa di un peggioramento più corposo lunedì».

«Dopo il Nord, toccherà anche al Centrosud dove lunedì è attesa una passata di rovesci e temporali dapprima sulle regioni centrali, in progressiva estensione a quelle meridionali. Come per il Nord, anche qui data la presenza di aria molto calda e umida i fenomeni potranno risultare intensi con locali nubifragi, grandine anche di grossa taglia e improvvisi forti colpi di vento; in tal senso il versante adriatico sarà quello più a rischio. Il rovescio positivo della medaglia sarà però uno smorzamento della canicola, con temperature in calo anche di 6-8°C sotto i colpi del Maestrale. Farà ancora decisamente caldo solo sul versante ionico, ultimo baluardo del caldo africano, per quanto meno intenso» concludono da 3bmeteo.com.


© RIPRODUZIONE RISERVATA