Tiri liberi sul basket orobico Bergamo, voci di mercato su Calvani

Tiri liberi sul basket orobico
Bergamo, voci di mercato su Calvani

Nessuna smentita di Marco Calvani alla notizia pubblicata la scorsa settimana da questo sito sull’interessamento del Caserta per la prossima stagione sportiva. Uno più uno, a casa nostra, fa sempre due sicché le voci raccolte da colleghi campani meritano ulteriore approfondimento.

Certo, parallelamente, le rassicurazioni del presidente Massimo Lentsch dovrebbero rappresentare più di una garanzia. Ma ne abbiamo viste troppe nel corso di mezzo secolo di mestiere. Del resto nella recente storia del Bergamo Basket si è stati abituati gli addii repentini, come quelli degli ex general manager Ferenz Bartocci e Valeriano D’Orta.

Sarebbe, perciò, opportuno scongiurare sul nascere il copione già recitato. Tranquilli, invece, sulla permanenza del direttore Gian Luca Petronio nonostante il contratto parla di scadenza a fine giugno. Petronio, tornato da poco nella nativa Udine, è impegnato nell’impostare e nel programmare la ripresa dell’attività agonistica. E di lavoro ne ha in abbondanza. Due, in particolare, le incombenze: il confezionamento di gran parte della squadra e le scelte di nuovi ruoli importanti nell’ambito dirigenziale. Sappiamo che anche a Petronio sta a cuore la conferma di Calvani. Da parte di entrambi si è cementato un profondo feeling nel corso della complicata annata interrotta definitivamente di colpo a causa del coronavirus.


© RIPRODUZIONE RISERVATA