Treni in ritardo, bonus ad aprile Atti vandalici sul Brescia-Bergamo

Treni in ritardo, bonus ad aprile
Atti vandalici sul Brescia-Bergamo

Nel mese di gennaio 2017 i treni di alcune direttrici lombarde non hanno rispettato lo standard minimo di affidabilità previsto dal Contratto di Servizio: «Gli abbonati delle seguenti direttrici potranno pertanto acquistare l’abbonamento mensile di aprile con uno sconto del 30%, oppure richiedere il bonus alla scadenza di validità dell’abbonamento annuale».

Ad acquisire il bonus la lina Lecco-Bergamo-Brescia, via Carnate ha perso il bonus per lo 0,06%, via Pioltello è sopra il 3%. Il bonus è una forma di rimborso che viene riconosciuto agli abbonati nel caso in cui Trenord non rispetti lo standard minimo di affidabilità previsto dal Contratto di Servizio. Tale standard è definito da un «valore soglia», al superamento del quale la società ha l’obbligo di rimborso.

Per ciascuna direttrice vengono sommati mensilmente i minuti di ritardo superiori ai 5 minuti accumulati dalle singole corse ai minuti delle corse totalmente soppresse. Il dato così ottenuto viene rapportato alla durata complessiva di tutte le corse di quella direttrice, secondo quanto previsto dal Contratto di Servizio; se il valore che ne risulta supera lo standard minimo di affidabilità, agli abbonati Trenord della direttrice interessata viene riconosciuto il bonus.

E nella mattinata di martedì 21marzo il treno 4908 (Brescia 06:50 - Bergamo 07:51) viaggia con 13 minuti di ritardo, in seguito ad un atto vandalico a bordo treno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA