Tutti i cantieri di Bergamo Ecco la mappa dei lavori del 2017

Tutti i cantieri di Bergamo
Ecco la mappa dei lavori del 2017

Approvati i progetti per il nuovo anno. Cantieri piccoli e grandi che troveranno attuazione durante i prossimi 12 mesi dell’anno a venire. Progetti approvati, grandi trasformazioni in atto e 41 progetti che il Governo sta per finanziare con il bando periferie.

In questo viaggio ideale nei cantieri cittadini iniziamo dagli interventi che saranno completati nelle prime settimane del nuovo anno. A gennaio si chiuderanno i cantieri su via del Celtro (dove si sta intervenendo per mettere in sicurezza il ponte sulla roggia), su via per Zanica (dove dopo 30 anni le famiglie di via Canove potranno avere a disposizione un marciapiede per uscire da casa), alla casa dei Bombardieri della Rocca di Bergamo, alla ex barriera daziaria di via Sant’Alessandro.

A marzo è prevista la conclusione della nuova ciclopedonale di via M.L.King verso l’Ospedale Papa Giovanni XXIII, del nuovo parco della Malpensata, del nuovo padiglione di informazione turistica su piazzale Marconi, appena fuori della stazione ferroviaria di Bergamo. Il Comune interverrà inoltre in via Zambonate, sempre nel tentativo di mettere in sicurezza i corsi d’acqua che scorrono sotto la città di Bergamo. Tra i lavori spiccano le demolizioni di alcuni fabbricati che appartengono al comparto della ex Caserma Montelungo-Colleoni: la Soprintendenza ha infatti dato il suo ok all’abbattimento di una parte dell’edificio e si potrà avviare di fatto il cantiere che in tre anni realizzerà davanti al Parco Suardi 300 appartamenti per universitari.

Sono già partiti invece i primi lavori da parte di Cassa Depositi e Prestiti per la riqualificazione degli ex Ospedali Riuniti nel quartiere di Santa Lucia che entro il 2021porteranno a trasformare tutta l’area nella sede dell’Accademia Nazionale della Guardia di Finanza, un progetto di oltre 100mila metri quadrati destinato a dare linfa nuova ai quartieri di Santa Lucia e Loreto. Un anno interessante per quel che riguarda le piste ciclabili in città,

Due nuove piste ciclabili saranno realizzate nel 2017: sarà possibile viaggiare in sicurezza da Seriate e dal polo fieristico di via Lunga fino alla stazione ferroviaria di Bergamo grazie al nuovo percorso che collegherà Boccaleone alle scuole di via Europa e al sottopasso della stazione su via Gavazzeni. Il Comune intende poi realizzare un ulteriore percorso ciclabile da piazzale Alpini, lungo via Taramelli e via Galliccioli, per raggiungere il centro cittadino e il Sentierone, punto da cui si snodano i percorsi ciclabili verso Redona e Longuelo. Si attua così uno dei punti nodali del biciplan approvato lo scorso anno dall’Amministrazione comunale, il documento di programmazione decennale sulla ciclabilità cittadina che prevede la connessione dei tratti già esistenti e il potenziamento della rete attuale per migliorare e incentivare l’uso delle due ruote a Bergamo.

Nell’area della stazione la realizzazione del nuovo parcheggio sull’area dell’ex Gasometro, uno spazio in disuso da quasi 40 anni e sul quale l’Amministrazione Gori ha trovato un accordo con la proprietà INPS, che al momento sta lavorando per la messa in sicurezza del terreno (che presentava segni di idrocarburi e cisterne abbandonate). Il quartiere della Malpensata si ritroverà quindi con un nuovo parco, con un’area dismessa riqualificata e oltre 300 nuovi posti auto, pensati soprattutto per pendolari e quindi con abbonamenti mensili a prezzi competitivi. Sempre nel 2017 saranno eseguiti lavori per la sistemazione e la smartizzazione dell’area di sosta di via Madonna della Neve, con un miglioramento del servizio dei posti a rotazione e la rimozione della barriera che attualmente delimita gran parte del parcheggio a rotazione.

Area dove di dovrebbe realizzare un parcheggio alla Fara di Bergamo

Area dove di dovrebbe realizzare un parcheggio alla Fara di Bergamo
(Foto by Beppe Bedolis)

Altro parcheggio di grandissima importanza è quello dell’ex Parco Faunistico in Città Alta: la convenzione per la sua realizzazione fu firmata addirittura nel 2004, ma una frana, lentezze e problemi di vario genere hanno procrastinato all’infinito la ripresa del cantiere che l’Amministrazione Gori ha sbloccato nei mesi scorsi e che avrà concreta attuazione tra maggio e giugno 2017. 400 posti auto a rotazione destinati a cambiare definitivamente la mobilità verso il centro storico di Bergamo Alta, con la progressiva liberazione delle piazze interne: qui tutto quel che c’è da sapere sulla mobilità futura in Città Alta.

Sempre tra le Mura di Bergamo sono previsti lavori di sistemazione e messa in sicurezza dei parapetti sulla piattaforma di Sant’Agata (attualmente messi molto male) e sul viadotto che conduce a porta San Giacomo.

In primavera i lavori per la sistemazione della barchessa di destra dell’Accademia Carrara. Sarà così finalmente completato il lavoro sulla più importante pinacoteca bergamasca: a realizzare l’intervento sarà l’impresa Vitali, una sorta di sponsorizzazione che darà la possibilità alla società di entrare in qualità di socio nella Fondazione che gestisce il patrimonio artistico e immobiliare dell’Accademia.

In Città Alta è prevista la sistemazione del foyer del Teatro Sociale, lavori che rientrano nel bando «Cult city» realizzato da Regione Lombardia per la valorizzazione della cultura e della promozione turistica delle città capoluogo lombarde.

Asfaltature.La mappa.

Comune di Bergamo ha previsto di investire ben 1,3 milioni di euro per il rifacimento di asfalto in città, 800mila euro su strade cittadine e mezzo milione solo per la circonvallazione cittadina.

L’Amministrazione metterà mano anche a Piazza Carrara durante il 2017 che andrà a fare ordine in un’area attualmente priva di una reale funzione e utilizzo, con una soluzione semplice e in grado di mettere in connessione la Carrara con la prospiciente GAMeC.

Nodo di Pontesecco e di via delle Valli, due lavori molto diversi tra loro, ma parimenti importanti per gli effetti benefici che possono avere sul traffico in città. Sul nodo di Pontesecco il Comune di Bergamo intende intervenire con l’allargamento della strada in modo da realizzare due corsie continue in uscita dalla città, consentendo lo smaltimento più veloce del traffico.

Il secondo intervento, quello su via delle Valli, è invece pensato per prevenire i problemi idraulici che ad ogni acquazzone si creano sulla circonvallazione cittadina: allagamenti, esondazioni delle fognature sotterranee si potranno risolvere defintivamente con dei lavori molto particolari sui condotti sotterranei, con una spesa per l’Amministrazione di quasi 1 milione di euro.

Mancano all’appello altri 41 progetti: sono i lavori inseriti nel bando periferie, il contenitore che il Governo ha deciso di finanziare in toto con una spesa di ben 18 milioni di euro.

Fuori dai progetti del bando periferie, vi sono novità anche per quello che riguarda le aree verdi, con il completamento del parco di via Mascagni a Longuelo e l’ampliamento della Valle della Biodiversità ad Astino. Lavori previsti anche al giardino pubblico del Triangolo in centro città e per la sistemazione del parco Locatelli, mentre sono ormai finiti i lavori di riqualificazione del laghetto del Parco Suardi.

Un capitolo a parte infine meritano il Teatro Donizetti e lo Stadio. Per quello che riguarda il Donizetti si tratta di affidare poteri di gestione dell’edificio alla neonata Fondazione, la quale sarà chiamata poi a istruire un bando europeo del valore di 18 milioni di euro per la ristrutturazione del principale teatro cittadino. Per quello che riguarda lo Stadio Atleti Azzurri d’Italia invece il Comune di Bergamo lancerà un bando pubblico per la vendita dell’immobile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA