Tutto fumo e... molto costo Rincari per le sigarette elettroniche

Tutto fumo e... molto costo
Rincari per le sigarette elettroniche

Più cari i liquidi da vaporizzare; ad aprile più cari anche glicerolo e glicerina.

Il fumo non è sicuramente un’abitudine salutare, lo ricorda anche la nuova campagna di sensibilizzazione del Ministero della Salute «Chi non fuma sta una favola!», ma adesso smettere di fumare gioverà anche alle tasche dei consumatori. Dal primo gennaio 2018, con il passaggio delle sigarette elettroniche sotto l’ala del Monopolio dello Stato, utilizzare il vaporizzatore sarà molto più costoso: a segnalarlo Adiconsum e rispetto allo scorso anno, i nuovi aumenti graveranno di quasi 5 euro in più sul costo dei flaconi di liquido da vaporizzare in confezione da 10 ml (0,37344 euro più iva per ogni millilitro di ricarica).

Bisogna ricordare, inoltre, che non è possibile acquistare il liquido on line alla ricerca di prezzi più competitivi: i trasgressori rischiano una salatissima multa fino a 40.000 euro.

Nel caso i recenti cambiamenti non abbiano scoraggiato sufficientemente i fumatori, in aprile il glicerolo e la glicerina, sostanze chimiche utilizzate per sintetizzare il liquido base a cui viene aggiunta la nicotina, saranno sottoposte ad una pesante tassazione: è prevista un’imposta di 450 euro/litro da sommare al costo della sostanza, un rincaro particolarmente pesante, se consideriamo che il prezzo attuale per un litro di glicerina è inferiore a 20 euro. «Non resta che chiedersi se gli aumenti previsti porteranno a un effettivo calo dei fumatori o se si limiteranno a produrre un nuovo, sostanzioso introito per le casse statali» si chiede Adiconsum.

© RIPRODUZIONE RISERVATA