Ucciso da due rapinatori 35 anni fa Aula dedicata al maresciallo Di Pietro
Il maresciallo dei carabinieri Giorgio Di Pietro

Ucciso da due rapinatori 35 anni fa
Aula dedicata al maresciallo Di Pietro

Aveva 46 vanni. Lasciò nel dolore due figli e la moglie Irene. L’iniziativa dell’Arma dei carabinieri per ricordarlo.

Ponte San Pietro e l’Arma dei carabinieri rendono omaggio al maresciallo Giorgio Di Pietro intitolandogli un’aula dell’Istituto comprensivo di via Piave. Il comandante della caserma di Ponte venne ucciso 35 anni fa da due banditi che stava inseguendo.

Il maresciallo capo Di Pietro venne ucciso 35 anni fa da due banditi che avevano appena messo a segno una rapina a mano armata nel supermercato Legler di Ponte San Pietro. Nel corso dell’inseguimento a piedi per le vie circostanti, uno dei due malfattori esplose un colpo con un fucile a canne mozze che colpì mortalmente il militare, che morì dopo alcuni giorni di agonia nel reparto di rianimazione dell’allora ospedale Riuniti di Bergamo. Aveva 46 vanni. Lasciò nel dolore due figli e la moglie Irene.

Venerdì 14 febbraio, alle 11, alla scuola primaria «Alessandro Manzoni» dell’Istituto comprensivo sito in via Piave, avrà luogo l’inaugurazione dell’aula intitolata al maresciallo capo - medaglia d’argento al valor militare alla memoria - Giorgio Di Pietro, allora comandante della locale Stazione Carabinieri.

L’iniziativa, denominata «In aula con gli eroi» e promossa dal Comando provinciale Carabinieri di Bergamo in accordo con l’Ufficio scolastico territoriale di Bergamo e l’Associazione nazionale Carabinieri in congedo, ha visto impegnati i militari in servizio e non, che, a titolo volontario e gratuito, hanno riqualificato alcune aule degli istituti scolastici della Provincia, intitolandole ai caduti dell’Arma, in particolare ai militari bergamaschi e a figure di eccezionale rilievo come il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e il Vicebrigadiere Salvo d’Acquisto.

Scopo dell’iniziativa, oltre che a rendere più decorose le aule, è di aiutare gli studenti a conoscere l’operato dei Carabinieri che hanno perso la propria vita nell’adempimento del proprio dovere.

All’inaugurazione saranno presenti il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Patrizia Graziani, il comandante provinciale dell’Arma Colonnello Paolo Storoni, il sindaco di Ponte San Pietro Marzio Zirafa, il dirigente dell’Istituto comprensivo Paola Crippa, il coordinatore provinciale dell’Anc Sottotenente Marco Bianco e la vedova del maresciallo Di Pietro, signora Irene Ferrari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA