Un cinema per i bimbi in Pediatria Dono Quilleri: gestirono sale a Bergamo

Un cinema per i bimbi in Pediatria
Dono Quilleri: gestirono sale a Bergamo

L’inaugurazione oggi a Brescia. Un’esperienza pilota in Italia: «Se qualche altra città vorrà seguirci siamo pronto a offrire consigli e competenze»

Sedici posti in tutto. Un gioiellino per dare speranza. Una sala cinematografica (multimediale in realtà) nel reparto pediatria dell’ospedale di Brescia. Era stata annunciata un anno e mezzo fa e viene inaugurata oggi, come si legge nell’edizione di Brescia del Corriere della Sera. La sala è stata denominata Cicci, soprannome di Emanuela, moglie di Davide Quilleri. La donna è prematuramente scomparsa e il marito le ha intitolato una Fondazione.

Il cognome Quilleri dovrebbe però suonare familiare anche ai bergamaschi: la famiglia in passato ha gestito diverse sale cinematografiche cittadine, l’Astra di via Sant’Orsola, l’Apollo di via Piccinini, il Centrale sul Sentierone, e ancora in via Sant’Orsola il Quill e il Delle Arti. La sala cinematrografica è stata realizzata con il contributo della Fondazione e il contributo di Ida Lanfranchi attraverso il Fondo Memoriale Gaetano e Tina Lanfranchi. «Se qualche altra città italiana vorrà seguirci — ha detto Davide Quilleri — sono pronto a offrire consigli e competenze». Un anno e mezzo fa aveva presentato l’iniziativa con una frase bellissima: «Dopo tante sale,ora mi aspetta la più difficile della mia vita, sogno una sala vuota per mancanza di bambini ammalati».


© RIPRODUZIONE RISERVATA