«Un uomo mite e affettuoso» - Foto Grumello del Piano dà l’addio a Luca

«Un uomo mite e affettuoso» - Foto
Grumello del Piano dà l’addio a Luca

Un uomo dall’animo buono e dal temperamento mite e affettuoso. É stato ricordato così Luca Salvoldi, durante i funerali celebrati nel pomeriggio di martedì 14 marzo nella chiesa parrocchiale di Grumello del Piano.

Tantissime le persone che hanno voluto salutare il 40enne: il parroco Dordi ha raccontato la vitalità di Luca, il suo impegno nella comunità. Un uomo benvoluto, affettuoso e mite nella vita privata e nel mondo professionale. Molto conosciuta la famiglia a Grumello del Piano, «una famiglia di fede e molto attenta alla comunità» ha detto don Dordi. Commuovente il momento della preghiera dei fedeli con le due sorelle del centauro che hanno ricordato il fratello con affetto e amore.

ll quarantaquattrenne di Grumello del Piano è deceduto domenica mattina a seguito di un incidente stradale avvenuto a Dalmine, in via Bergamo nella frazione di Mariano. L’uomo era in sella alla sua Ducati di grossa cilindrata quando, intorno alle 11,30, si è schiantato contro una Ford Focus grigia che stava svoltando in un parcheggio nel pressi della Tenaris. Il centauro ha tentato di evitare l’impatto, frenando di colpo e lasciando sull’asfalto un evidente segno con lo pneumatico. Poi, purtroppo, è finito contro la parte posteriore sinistra dell’auto. Vani i tentativi di rianimazione: l’uomo è morto sul colpo.

Luca Savoldi era single e lavorava come elettricista per la Cofely Italia Spa, una ditta che svolge lavori di manutenzione alla Tenaris Dalmine. Viveva al quarto e ultimo piano di un palazzo di via Zignoni a Grumello del Piano, a pochi metri dalla chiesa parrocchiale di santa Maria Immacolata e San Vittore Martire dove sono stati celebrati i suoi funerali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA