Una mail al giorno leva il medico di torno I consigli ora online: cibo sano e movimento

Una mail al giorno leva il medico di torno
I consigli ora online: cibo sano e movimento

Ci si può iscrivere via web: messaggi e consigli sullo stile di vita. «Un supporto per avere abitudini migliori».

Una mail al giorno leva il medico di torno. Per promuovere stili di vita più sani l’Agenzia di tutela della salute (Ats) di Bergamo ha deciso di promuovere un sistema gratuito di messaggi elettronici indirizzati a tutte le persone che chiedono un aiuto per smettere di fumare, per mangiare meglio, per fare più attività fisica.

Il progetto si chiama proprio «Una mail al giorno» ed è stato presentato nella sede dell’Ats (ex Asl) di Bergamo, in via Gallicciolli. «Il 40% delle morti premature è dovuto a scorretti stili di vita – ha sottolineato il direttore generale dell’Ats, Mara Azzi – per questo vogliamo offrire uno strumento di condizionamento positivo, che supporti le persone ad adottare abitudini migliori. Io stessa attiverò subito il servizio, così sarò più spronata a uscire per fare una camminata o mangiare frutta e verdura ogni giorno». Per iscriversi al servizio basta collegarsi al sito web www.unamailalgiorno.it o accedervi dal portale dell’Ats www.ats-bg.it. Il sito è di facile accesso anche da smartphone e presenta sei blocchi corrispondenti alle sei aree tematiche del programma. C’è il percorso di supporto per le persone che desiderano smettere di fumare, quello rivolto al fumatore indeciso, il percorso da seguire per un’alimentazione equilibrata, quello per promuovere e sostenere l’allattamento al seno e quello per fare più attività fisica. A breve saranno attivati anche un percorso per combattere il gioco d’azzardo patologico e uno sulla sicurezza stradale.

Roberto Moretti, responsabile del servizio di promozione salute dell’Ats, ha spiegato: «Abbiamo cominciato questo servizio nel 2011 con dei messaggini sul cellulare per sostenere chi decide di smettere di fumare, siamo stati i precursori in Italia. Adesso il servizio è via e-mail e comprende più ambiti, abbiamo già un migliaio di iscritti, reclutati fra i dipendenti delle aziende che aderiscono al nostro programma di salute, ora vogliamo allargarci a più cittadini possibile». Il programma «Una mail al giorno» è illustrato dai simpatici disegni di Luca Vaini, che sta prestando servizio civile presso l’Ats di Bergamo. I pannelli saranno esposti nella Hospital Street dell’ospedale Papa Giovannni XXIII questo sabato, in concomitanza con un convegno di oncologia.

A seconda del programma, si ricevono due o tre mail alla settimana, con contenuti informativi ma anche motivazionali. «L’efficacia scientifica di questo tipo di comunicazione è provata – ha sottolineato il dottor Moretti – esistono circa 1.500 lavori scientifici su questo tema. Uno dei più interessanti, pubblicato sulla rivista Lancet, riguarda un campione di 5.800 fumatori. Chi tra loro ha ricevuto messaggi di incoraggiamento per smettere di fumare ha chiuso con le sigarette nel 10,7 per cento dei casi, rispetto al 4,9 per cento di chi non ha preso parte al programma».

Il servizio di mailing dell’Ats offre un condizionamento positivo e, naturalmente, non ha fini di lucro, come potrebbe essere per i programmi di fitness legati a una palestra o alla vendita di integratori. «La pubblicità ci influenza da sempre, anche senza che ce ne accorgiamo – ha ricordato Mara Azzi - . Il meccanismo è lo stesso, ma serve a instaurare un meccanismo virtuoso».


© RIPRODUZIONE RISERVATA