Una tradizione per i bergamaschi C’è la festa della Madonna della Castagna

Una tradizione per i bergamaschi
C’è la festa della Madonna della Castagna

Venerdì 8 giugno, a partire dalle ore 19, prenderà il via la tradizionale festa presso il santuario di Madonna della Castagna, giunta ormai al suo quattordicesimo anno.

Nell’ambito della manifestazione «Bergamo Estate 2018» promossa dal Comune di Bergamo, la Cooperativa Città Alta propone un momento di aggregazione e di convivialità per tutti, anziani, giovani e famiglie. Cucina tipica, panche in legno, il fresco del bosco a ristorare. Per tre mesi d’estate c’è festa nei pressi del santuario della Castagna.

L’unico punto forte della festa non è però solo il momento del pranzo o della cena, caratterizzato dalla cucina bergamasca, sempre genuina e appetitosa, con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Perché questo evento estemporaneo che cade nel periodo estivo è ormai da anni un punto di ritrovo per chi non vuole la solitudine come compagna quotidiana. La relazione umana, estemporanea o consolidata nel tempo, è il valore aggiunto di questo evento: il legame sincero e forte fra le persone che ogni anno animano la festa con la voglia di fare aggregazione è il leitmotiv che la contraddistingue e che rende piacevole e unico il soggiorno nella meravigliosa cornice naturale della location.

Anche quest’anno infatti non mancheranno i pomeriggi musicali (al mercoledì e al sabato) con l’apposita pista per il ballo, le mattinate con le allegre tombolate gratuite (al mercoledì e al sabato) e le domeniche pomeriggio dedicate a stupire i più piccoli grazie agli spettacoli del mago Brunetto.

Consolidato anche per questa stagione il ciclo di incontri “Pop-cultura alla Castagna”: tre appuntamenti preserali (ore 19.00) presso il Santuario di Madonna della Castagna, organizzati da don James Organisti, Parroco di San Rocco Confessore in Fontana. Ingesso libero per tre momenti di riflessione e di confronto, per giovani e adulti, intorno alla tematica del Sessantotto, a cinquant’anni di distanza. Le tre date sono: venerdì 8 giugno «La cultura del Sessantotto» con il prof. Roberto Diodato dell’Università Cattolica di Milano; venerdì 15 giugno «Libertà è partecipazione» con la prof.ssa Marta Busani dell’Università Cattolica di Milano; venerdì 22 giugno «Il Sessantotto cattolico» con il prof. Roberto Pertici dell’Università degli Studi di Bergamo.

Insomma per chi ha voglia di sperimentare che anche l’estate in città può essere un’esperienza piacevole e positiva, riscoprendo il gusto della relazione umana e della convivialità condivisa, la festa sta per cominciare. Per gli «affezionati» e per i neofiti lo spazio è sempre aperto, dalle 10 del mattino fino alle 22.30, per tutto l’arco dei tre mesi estivi, senza interruzione fino a domenica 2 settembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA