Vaccini, lo strappo dei presidi «Senza certificato Asl stop a scuola»

Vaccini, lo strappo dei presidi
«Senza certificato Asl stop a scuola»

Dura presa di posizione dei presidi sulle vaccinazioni: per settembre necessario presentare il certificato.

A settembre, alla riapertura delle scuole, i genitori dei bambini che andranno ai nidi e alle materne dovranno presentare il certificato di avvenuta vaccinazione rilasciato dalla Asl, altrimenti i piccoli non potranno frequentare. È questa la dura presa di posizione annunciata dell’Associazione nazionale presidi (Anp): «Non è possibile far prevalere la nuova circolare Grillo», afferma l’Anp, e «resta in vigore la Legge Lorenzin» poiché «il diritto alla Salute è prioritario rispetto a quello all’Istruzione».

Un annuncio, quello dei presidi, che arriva nello stesso giorno in cui anche il premier Giuseppe Conte è intervenuto sulla questione affermando di aver vaccinato il proprio figlio e che questa è «la linea di governo». Ma l’annuncio dei presidi di fatto «cancella» quanto previsto dalla circolare dello scorso luglio dei ministri Grillo e Bussetti, in base alla quale per la frequenza del prossimo anno scolastico sarebbe bastato presentare l’autocertificazione delle vaccinazioni obbligatorie.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 9 agosto 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA