Valle Seriana, attenti alla truffa  Chiede fondi per un expo canina (falsa)

Valle Seriana, attenti alla truffa
Chiede fondi per un expo canina (falsa)

Ristoratore e fiorista di Fiorano nella rete di un quarantenne che si spaccia per allevatore di cani. Aveva già colpito in altri paesi della bergamasca.

Spacciandosi per allevatore di cani da pastore tedeschi e promotore di una manifestazione cinofila, è riuscito a estorcere denaro a commercianti della media Valle Seriana. Ma l’expo pubblicizzata dall’uomo non esiste: secondo le sue indicazioni dovrebbe tenersi domenica a Gazzaniga e invece nulla del genere è in programma. Inesistenti anche l’indirizzo e la partita Iva lasciata sulla ricevuta delle sponsorizzazioni incassate, così come il numero di telefono. Il truffatore, un uomo sulla quarantina dai modi distinti, si è presentato in un ristoratore e da una fiorista di Fiorano al Serio e, carpendo la loro buona fede, li ha convinti a dare un loro contributo (poche decine di euro) a sostegno della manifestazione canina. Al primo ha anche prenotato un pranzo per 15 persone (i suoi collaboratori) per il quale è stato perfino fissato il menù. Alla seconda ha invece ordinato una fornitura di fiori.

A garanzia di quanto asseriva e della serietà dell’iniziativa, l’uomo ha esibito un documento in cui risultavano l’indirizzo della società di cui si diceva titolare (un allevamento di cani da pastore tedeschi a Ponte San Pietro), la partita Iva, il numero di telefono ed altri dettagli. Peccato che, a una controllo effettuato dal ristoratore, sia risultato che tutti i dati forniti erano fasulli e che l’evento in programma per domenica prossima sia una bufala, non risultando alcuna richiesta di autorizzazione presentata al Comune di Gazzaniga. La medesima truffa l’individuo ha messo in atto nei confronti della fiorista alla quale è riuscito a carpire una modesta somma per sponsorizzare la fantomatica manifestazione canina. Da quanto risulta, lo stesso individuo sarebbe entrato in azione anche in altre zone, come a Palazzolo sull’Oglio, nel maggio scorso, proponendo di sponsorizzare un’altra manifestazione canina


© RIPRODUZIONE RISERVATA