Lo vendono, ma il cellulare non c’è Scoperti mamma e figlia truffatori

Lo vendono, ma il cellulare non c’è
Scoperti mamma e figlia truffatori

Nei guai un 45enne e una 65enne di Bergamo che hanno venduto a un 50enne di Bibbiano, in provincia di Reggio Emilia, un iPhone che non è stato mai consegnato.

A dare la notizia on line il sito reggiosera.it. Un 45enne e la madre 65enne, entrambi di Bergamo, sono stati denunciati per truffa ai danni di un 50enne di Bibbiano a cui avevano venduto un iPhone che non è stato mai consegnato. Secondo la ricostruzione dei carabinieri il figlio avrebbe ordito la truffa, mentre la madre si sarebbe occupata di incassare il denaro.

La truffa on line: la vittima ha risposto ad un annuncio su un sito di e-commerce trattando l’acquisto del pezzo messo in vendita a 230 euro. Dopo aver concordato modalità di pagamento e spedizione dell’oggetto acquistato, ha provveduto a versare il dovuto tramite vaglia postale. Con il passare del tempo non vedendosi recapitarsi l’oggetto e non riuscendo più a contattare il venditore l’uomo ha capito di essere stato truffato e ha sporto denuncia ai carabinieri di Bibbiano. Dopo una serie di riscontri tra il numero di telefono associato all’inserzione esca, l’IP del computer utilizzato per l’annuncio e gli accertamenti dove erano confluiti i soldi, i carabinieri sono risaliti a madre e figlio e li hanno denunciati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA