Vento forte, allarme incendi boschivi Codice rosso su Bergamo e provincia
L’incendio a Magnone di Colere nella notte di lunedì 25 marzo

Vento forte, allarme incendi boschivi
Codice rosso su Bergamo e provincia

Brembo, Alto Serio e Val di Scalve lo zone con criticità elevata per la Protezione civile a causa dei forti venti. Attenti a non gettare mozziconi di sigarette accesi.

La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia ha emesso un avviso di elevata criticità (codice rosso) per rischio incendio boschivo, dalle 12 di oggi, martedì 26 marzo, e fino al prossimo aggiornamento, su Valchiavenna (So), Alpi Centrali (So), Verbano (Va) e Lario (Co-Lc), Brembo (Bg) e Alto Serio-Scalve (Bg) e di criticità moderata (codice arancione) sull’Alta Valtellina (So) e Valcamonica (Bs). Rimane la criticità moderata anche su Basso Serio-Sebino (Bg-Bs), Mella-Chiese (Bs), Garda (Bs), Pedemontana Occidentale (Co-Va-Lc) e Oltrepo’ Pavese (Pv).

« In conseguenza dell’intensificazione dei venti prevista per il pomeriggio di oggi – spiega la Protezione civile della Lombardia –, che ha già alimentato diversi incendi nelle scorse ore e del protrarsi di condizioni meteo stabili e di assenza di precipitazioni, si segnala un significativo aumento delle condizioni favorevoli allo sviluppo di incendi.

«Si ricorda che a partire da oggi e sino a prossimo aggiornamento è attivo il periodo ad alto rischio di incendio boschivo fino a revoca – spiega la Protezione civile –. Vige pertanto il divieto assoluto di accendere fuochi nei boschi o a distanza da questi inferiore a cento metri, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, motori, fornelli o inceneritori che producano braci o faville, gettare mozziconi accesi al suolo e compiere ogni operazione che possa creare pericolo di incendio. Scattano pertanto, per i trasgressori, le sanzioni previste dalla legge».


© RIPRODUZIONE RISERVATA