Via al reddito d’inclusione  Interessate 4.500 famiglie

Via al reddito d’inclusione
Interessate 4.500 famiglie

Il beneficio potrà arrivare al massimo a 187,5 euro per una persona sola e fino a 485 euro per un nucleo di cinque o più persone per non più di 18 mesi.

Da venerdì 1° dicembre inizia l’era del Reddito d’inclusione (Rei), la nuova misura permanente di contrasto alla povertà assoluta, cui potranno accedere, almeno inizialmente, mezzo milione di famiglie italiane. In provincia di Bergamo i possibili beneficiari sono circa 4.500. Il Rei riordina le prestazioni di natura assistenziale, sostituendo il Sia (sostegno per l’inclusione attiva) e l’Asdi (l’assegno sociale di disoccupazione erogato dopo la Naspi), e confermando il principio per cui chi accede al beneficio economico deve sottoscrivere - e rispettare - un percorso di reinserimento lavorativo.

Venerdì sarà il primo giorno per presentare le domande ai Comuni, che avranno 15 giorni di tempo per trasmetterle all’Inps. Le prime erogazioni partiranno invece dal 1° gennaio 2018.Il beneficio potrà arrivare al massimo a 187,5 euro per una persona sola e fino a 485 euro per un nucleo di cinque o più persone per non più di 18 mesi. I requisiti per poter accedere al sostegno economico sono chiari: non si può avere un Isee superiore a 6.000 euro e un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, superiore a 20.000 euro. Possono fare domanda i cittadini comunitari, ma anche gli extracomunitari, purché in possesso di un permesso di lungo soggiorno e residenti in via continuativa in Italia da almeno due anni.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 30 novembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA