Via Autostrada, il sottopasso «fantasma» Finito in una notte e mai aperto da 5 anni
l’area di via Autostrada a Bergamo

Via Autostrada, il sottopasso «fantasma»
Finito in una notte e mai aperto da 5 anni

Bergamo. Pronto in una notte nel 2012, il tunnel dei record (lungo 30 metri) passa sotto la rotatoria. Attivarlo è tra le priorità del quartiere Carnovali. Il Comune: «È un nostro obiettivo». E si pensa a una ciclabile.

Pronto in una notte e mai aperto. Anzi, da cinque anni giace dimenticato sotto via Autostrada. Del sottopasso prefabbricato - annunciato come il «più lungo d’Italia», 30 metri in tutto - che avrebbe dovuto collegare il quartiere Carnovali alla Malpensata non c’è traccia alla luce del sole. Il tunnel ciclopedonale rientrava - come onere di urbanizzazione - nel piano edilizio di via Autostrada, quello dove c’è la Coop. Il collegamento partiva da via Spino e superava via Autostrada, passando sotto la rotatoria che nel 2012 doveva ancora essere costruita. Il tunnel sbucava lì, oltre la carreggiata dove era prevista una nuova strada di collegamento con via Zanica. Ma la strada non è mai stata realizzata e neppure l’accesso per pedoni e ciclisti. «E forse è meglio così, altrimenti a quest’ora chissà come sarebbe ridotto il sottopasso» afferma senza mezzi termini l’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla. Neppure sul lato opposto del trafficatissimo rondò si vede infatti lo sbocco del tunnel che, a quanto spiega ancora Brembilla, era stato chiuso in attesa di tempi migliori. Il Piano di governo del territorio prevedeva (e prevede) la riconversione di un ambito industriale che si affaccia su via Zanica. Era qui che dovevano passare la nuova strada e la ciclabile rimaste sulla carta perché l’intervento privato non è mai partito. Alla rotatoria si può vedere l’uscita della nuova strada già predisposta, chiusa dal guard-rail.

«Il nostro obiettivo è riaprire il sottopasso – prosegue l’assessore Zenoni –. Se riuscissimo ad acquisire le aree potremmo realizzare un percorso ciclopedonale che costeggerebbe via Autostrada e intercetterebbe via Mozart, dove è prevista la realizzazione di un parchetto con un’area cani e una pista ciclabile che arriverà fino al parco della Malpensata»


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 16 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA