Moovin’, già 22 milioni di passi per andare a Pechino (e tornare)

Moovin’, già 22 milioni di passi
per andare a Pechino (e tornare)

Il primo giorno di Moovin’ ha visto migliaia di bergamaschi scaricare la app e monitorare i propri passi.

Quasi 22 milioni di passi che, tradotto in chilometri con un po’ di approssimazione, corrispondono a circa 17.000 km. Sono questi i numeri del primo giorno di Moovin’, l’iniziativa di sensibilizzazione ai benefici della vita attiva promossa da Comune di Bergamo, ATS e Università insieme a noi de L’Eco di Bergamo che nelle prime 24 ore ha conosciuto una risposta sorprendente dai bergamaschi, chiamati a installare sui propri telefoni una app per monitorare il numero di passi fatti durante la giornata.

Il risultato dell’appello? Oltre 5.000 download, che hanno permesso agli utenti di registrare dati così elevati da essere quasi difficili da maneggiare: 17.000 km sono, per dare un’idea, più o meno il doppio della distanza che Bergamo dista in linea d’aria da Pechino. Questo significa che in un solo giorno siamo idealmente tutti insieme andati e tornati dalla Capitale della Cina. 17.000 km sono anche poco meno della metà della lunghezza dell’equatore terrestre, obiettivo che i promotori immaginavano potesse essere un traguardo finale e che invece verrà probabilmente raggiunto al secondo o al terzo giorni dei 28 di durata totale dell’iniziativa.

Moovin’ è anche – forse soprattutto – una gara, tra gruppi e territori e le classifiche si stanno già delineando. Tra i Comuni della provincia a guidare la classifica è quello di Dalmine, che con i suoi 96 camminatori iscritti ha percorso 650.000 passi. Seguono sul podio Albino (80 iscritti e 573.000 passi) e Seriate (54 iscritti e quasi 400.000 passi). Chiudono la top ten Scanzorosciate, Sorisole, Azzano San Paolo, Cologno al Serio, Alzano Lombardo, Treviolo e Treviglio. Ma c’è da credere che presto le gerarchie potranno cambiare.

Tra i quartieri della città invece domina il Centro, che con 155 camminatori iscritti è anche il territorio capoclassifica in assoluto: oltre un milione i passi accumulati dai cittadini di Bergamo Centro. Seguono, molto distanziati, i quartieri di Borgo Palazzo e Santa Caterina, a 380.000 e 370.000 passi, in entrambi i casi accumulati da una cinquantina di partecipanti a testa. Poi il quartier San Paolo, Boccaleone, Città Alta, Valtesse, Colognola, Redona e Grumello al Piano.

Gli utenti di Moovin’ hanno anche già cominciato ad aggregarsi in gruppi creati «dal basso». Sorprendente in questo caso è il risultato di «San Paolo Gym Tonic», associazione che guida la classifica e che ha addirittura organizzato quattro appuntamenti per l’occasione (ogni martedì sera per le prossime quattro settimane con partenza alle 20 dall’oratorio San Paolo di Bergamo), aperti a camminatori e pattinatori: il gruppo è infatti aggregato attorno all’attività di movimento con i roller.

Importante anche l’apporto dell’aziende appartenenti al circuito WHP promosso da ATS Bergamo: nelle prime posizioni della classifica troviamo infatti la RadiciGroup di Gandino (i cui 35 dipendenti ‘camminatori’ hanno totalizzato 300.000 passi nelle prime 24 ore), la Rulli Rulmeca SPA di Almè (34 partecipanti, anch’essi con 300.000 passi) e la Lucchini RS di Lovere (23 partecipanti e qualcosa più di 250.000 passi).

E tutto questo è stato solo il primo giorno di Moovin’: altri 28 ce ne sono davanti. Durante tutto il mese sulla app saranno segnalati eventi presso cui sarà possibili far salire il numero di passi effettuati in compagnia.

Per qualsiasi informazione aggiuntiva sono attivi il sito www.moovinbergamo.it e la pagina Facebook Moovin’ Bergamo https://www.facebook.com/moovinbergamo/.

© RIPRODUZIONE RISERVATA