Via libera alla raccolta fondi su Facebook  Opportunità per le no profit bergamasche

Via libera alla raccolta fondi su Facebook
Opportunità per le no profit bergamasche

La beneficenza passa anche dai social network. Anzi, dal social network per eccellenza. Facebook ha appena introdotto la possibilità di raccogliere fondi attraverso le pagina delle organizzazioni senza scopo di lucro.

Per ora il via libera è arrivato solo negli Stati Uniti, ma presto sarà esteso a tutto il resto del mondo. Le Fanpage potranno indicare un progetto, fissare un obiettivo e raccogliere fondi attraverso un tasto «Dona». Si tratta dello stesso sistema lanciato negli ultimi anni per lanciare campagne a sostegno del Nepal colpito dal terremoto. In quel caso Facebook raccolse 17,8 milioni di dollari.

Un’opportunità in più, quindi, per le organizzazioni non profit bergamasche, che però possono contare su uno strumento meno globale, ma più efficiente. Il portale Kendoo, nato all’inizio del 2013, ha dato un contributo fondamentale per finanziare progetti benefici che hanno avuto un impatto sociale molto importante sulla comunità bergamasca. L’ultimo è il “Musli”, il museo nel liceo classico Sarpi, inaugurato settimana scorsa e sostenuto con 6466 euro raccolti nelle ultime settimane. Tra le campagne aperte in questi giorni, ricordiamo «5000 km con Bergamo nel cuore», «Ars et lux: la Basilica di S. Maria Maggiore sotto una nuova luce» e «Un caffè per due = casa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA