Violenza e riduzione in schiavitù Arrestato albanese a Bergamo

Violenza e riduzione in schiavitù
Arrestato albanese a Bergamo

Deve scontare 7 anni e 20 giorni di reclusione per concorso in riduzione e mantenimento in schiavitù, concorso in acquisto di schiavi e violenza sessuale.

La polizia Bergamo ha arrestato K. S., nato a Lezhe (Albania) nel 1984 e residente in città. L’uomo, come disposto dalla Procura generale di Roma, deve scontare 7 anni e 20 giorni di reclusione per concorso in riduzione e mantenimento in schiavitù, concorso in acquisto di schiavi e violenza sessuale commessi. Reati commessi a Viterbo tra il febbraio e il marzo del 2005.

Lo scorso 28 novembre dalla divisione anticrimine di Roma è arrivato il provvedimento definitivo, conseguenza della sentenza della Corte d’Appello di Roma che, in parziale riforma della sentenza di 1° grado, aveva ridotto la pena da 11 a 8 anni, di cui uno già scontato. L’uomo è stato portato al carcere di via Gleno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA