Weekend all’insegna del caldo Ma da lunedì forti temporali

Weekend all’insegna del caldo
Ma da lunedì forti temporali

La seconda settimana della Fase due sarà caratterizzata da forti temporali e dalla prima ondata di caldo, ma solo al Sud.

«Dopo un weekend quasi estivo, lunedì perturbazione al Centronord con rovesci e temporali anche di forte intensità, rischio nubifragi e grandine. Da metà mese si profila invece la prima seria ondata di caldo africana al Centrosud» spiegano da 3bMeteo.

WEEKEND QUASI ESTIVO MA PRIMI SEGNALI DI CAMBIAMENTO DOMENICA «L’anticiclone afro-mediterraneo garantirà un sabato praticamente estivo sull’Italia con tempo in prevalenza soleggiato o parzialmente nuvoloso con clima diurno caldo» spiega Edoardo Ferrara: «Sono infatti attese punte di 27-28°C su Pianura Padana, regioni tirreniche, se non localmente prossime ai 30°C su Sardegna e Sicilia. Domenica tuttavia noteremo i primi segnali di cedimento dell’alta pressione, con maggiore nuvolosità in transito e anche qualche locale piovasco non escluso, in particolare sulle regioni del Centro e sulle Alpi, specie occidentali. Le temperature inizieranno a calare ma il clima sarà ancora molto mite».

PERTURBAZIONE LUNEDI’
«Tra domenica notte e lunedì è atteso il passaggio di una incisiva perturbazione che porterà rovesci e temporali anche di forte intensità al Nord - avverte Ferrara di 3bmeteo.com -. Non sono da escludersi locali nubifragi, grandinate e improvvise raffiche di vento, specie in Pianura Padana, mentre su Alpi e Prealpi le precipitazioni potranno risultare anche abbondanti, con picchi di oltre 50mm. Anche il Centro verrà coinvolto, seppur più marginalmente, con piogge o temporali più probabili e diffusi sulla Toscana. Martedì dovremmo ritrovare ancora dell’instabilità al Centronord con locali fenomeni alternati a schiarite, il tutto accompagnato da un netto calo delle temperature, specie al Nord dove si potranno perdere anche 6-8°C rispetto alla giornata di sabato».

IL CALDO DA META’ SETTIMANA, MA AL SUD
«Condizioni meteo-climatiche diametralmente opposte al Sud dove il tempo dovrebbe mantenersi più stabile con al più precipitazioni fugaci e sporadiche - prosegue Ferrara - L’anticiclone africano dovrebbe infatti spesso proteggere le regioni meridionali, con una temporanea defaillance martedì. Tuttavia nella seconda parte della prossima settimana aumentano le probabilità di assistere alla prima intensa ondata di caldo stagionale dal Nord Africa, che per almeno un paio di giorni dovrebbe coinvolgere in primis il Sud ma anche il Centro, con picchi termici anche abbondantemente superiori ai 30°C. Il Nord dovrebbe invece rimanere ai margini, con anzi una possibile seconda ondata temporalesca ma ancora da confermare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA