Ztl di Città Alta, che strage In un mese e mezzo 5674 multe

Ztl di Città Alta, che strage
In un mese e mezzo 5674 multe

Le telecamere non si sono rivelate un deterrente efficace. Numeri che fanno decisamente pensare.

Un mese e mezzo di telecamere a presidiare la Ztl di Città Alta, 5.674 multe. Un dato decisamente pesante che la dice lunga su una certa qual indisciplina degli automobilisti bergamaschi. Evidentemente la pattuglia fissa della polizia locale che stazionava all’incrocio tra via Locatelli e viale Vittorio Emanuele era un deterrente molto più valido delle telecamere. Che però sono decisamente inflessibili.

Dati che hanno lasciato stupefatto anche l’assessore alla Viabilità Stefano Zenoni che, tra le altre cose, ha ricordato come il divieto sia in vigore da 22 anni, dal lontano 1994 e che i pannelli informativi siano adeguatamente visibili. Ma evidentemente, non vedendo più i vigili, gli automobilisti hanno pensato di poterla fare franca. Sbagliando. La Ztl è attiva nella serata di venerdì e sabato, domenica mattina e pomeriggio.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 23 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA