Scomparsa studentessa di 14 anni  Ricerche a Treviglio, appello della madre
Sara Delbianco frequenta il liceo all’Oberdan di Treviglio

Scomparsa studentessa di 14 anni

Ricerche a Treviglio, appello della madre

Sara Delbianco, di Settala, manca da mercoledì. Non è mai scesa dal treno per andare all’Oberdan di Treviglio. L’appello della mamma, non ha con sé il cellulare.

Mercoledì mattina l’insegnante di italiano le avrebbe dovuto consegnare il tema che aveva svolto prima delle vacanze di Natale: un’ottima prova, nella quale aveva trattato il tema della felicità e per la quale si era meritata un bel 9. Invece non ha potuto farlo, perché Sara Delbianco, studentessa di 14 anni che frequenta la prima superiore al liceo a indirizzo economico e sociale dell’Oberdan di Treviglio, non si è presentata a scuola.

A dare l’allarme sono state alcune sue compagne di classe: la mattina, infatti, l’avevano incrociata sul treno, ma alla stazione di Treviglio Centrale non l’avevano più vista, così come non era arrivata in classe. Sara vive a Settala, in provincia di Milano, con la mamma Franca e una sorella di 18 anni. Il papà, invece, abita a Milano. Tutte le mattine la quattordicenne raggiunge la stazione ferroviaria di Vignate, dove sale sul treno delle 6,50 che porta a Treviglio. Da piazzale Verdi fino all’Oberdan, che si trova in viale Merisio, ci vogliono circa dieci minuti a piedi.

Dove è dunque finita Sara e come mai non è andata a scuola? Si è trattato di un allontanamento volontario? La mamma pensa di sì: «Da qualche anno io e il mio ex marito ci stiamo separando e tutto questo ha avuto ripercussioni piuttosto turbolente sulla famiglia. Siamo però preoccupati e le diciamo di tornare presto perché le vogliamo bene».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 9 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA