Domenica 14 Settembre 2014

Daniza, scattano le indagini

sulla morte dei due orsi

L’orsa Daniza con i suoi cuccioli

Della morte dell’orsa Daniza, che continua a provocare reazioni e polemiche in tutta Italia, si occuperà anche la Procura di Trento che ha aperto un’indagine. Indagini aperte anche in Abruzzo dove un orso è stato trovato morto avvelenato.

A Trento le indagini saranno seguite personalmente dal procuratore Giuseppe Amato che ha convocato un vertice fra inquirenti e rappresentanti della Provincia di Trento e del Corpo forestale incaricato della cattura dell’orsa.

Gli inquirenti dovranno esaminare gli esiti dell’autopsia già eseguita sull’animale. Il reato ipotizzato è quello di uccisione di animale protetto, che nel caso di mancanza di volontà di uccidere prevede una pena da uno a sei mesi. Intanto questa mattina a Trento gli animalisti hanno manifestato in piazza Duomo e hanno avviato una petizione per chiedere le dimissioni del presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi, del vice presidente Alessandro Olivi e dell’assessore all’Ambiente Michele Dallapiccola.Oggi manifestazione a Pinzolo, il paese dove a Ferragosto Daniza ferì un raccoglitore di funghi. Episodio cui seguì la decisione della Provincia di catturare l’orsa.

© riproduzione riservata