Lunedì 28 Dicembre 2009

Il Bergamo Musica Festival
torna in tournée in Giappone

Il Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti, Stagione lirica e di balletto del Teatro Donizetti, torna in Giappone per una seconda importante tournée, dopo quella del 2007. E vi torna con due produzioni proprie, già presentate al pubblico del Donizetti nell’ottobre 2009. Due titoli celeberrimi, il donizettiano Elisir d’amore e La traviata di Giuseppe Verdi.

E questo nel segno distintivo del Bergamo Musica Festival, che intende da un lato rivalutare e approfondire la conoscenza dell’opera donizettiana, grazie alle competenze scientifiche della Fondazione Donizetti, ente organizzatore del Festival, dall’altro proporre al pubblico titoli tratti dal grande repertorio, tra cui appunto la pagina verdiana.

Nelle parole di Claudia Sartirani, assessore alla Cultura e spettacolo del Comune di Bergamo, gli auspici per questa nuova importante avventura, che vedrà il Bergamo Musica Festival e il Teatro Donizetti toccare dodici città giapponesi per un totale di diciassette rappresentazioni: «Il nome di Donizetti quale volano per esportare il nome di Bergamo nel mondo - spiega l'assessore - È in questa ottica che ci accingiamo a partire per il Giappone: si tratta per il Teatro Donizetti e per il Bergamo Musica Festival, quest’anno alla quarta edizione, della seconda tournée nel paese del Sol Levante.

Tanto più siamo orgogliosi di questa importante opportunità, che ci permetterà, nuovamente, di far conoscere la grande tradizione operistica italiana a migliaia di spettatori. Sicuramente un’emozione per chi prenderà parte alla tournée, ma anche il mezzo per ricreare altrove un modo di fare teatro, un modo di realizzare l’opera che è solo nostro, che è tipicamente italiano, che è sempre più proprio della nostra Bergamo e del nostro teatro. D’altronde, tra quelle migliaia di spettatori incontreremo persone che sceglieranno Bergamo come meta di viaggi futuri, di periodi di vacanza, di tour culturali. Persone che poi reincontreremo nel nostro teatro.

La nuova tournée giapponese nasce a riprova della qualità di un prodotto italiano assolutamente doc, a dimostrazione dell’internazionalità del nostro Festival, a testimonianza della vivacità culturale di un territorio che non può che divenire fonte d’investimento per chi venga dall’esterno, anche da paesi lontanti nel tempo e nello spazio, come appunto il Giappone. Un grazie quindi a chi, come i promotori di questa tournée, ancora una volta, ha voluto credere in noi, nella nostra città, nel nostro teatro, nel nostro festival». Guarda tutte le date nel link

k.manenti

© riproduzione riservata